Fondazione Giuseppe Tatarella

ULTIME NEWS

È online il terzo dossier di approfondimento politico e culturale pubblicato da Nazione Futura e Fondazione Tatarella.
"La guerra in Nagorno-Karabakh: geopolitica del Caucaso meridionale", realizzato da Daniele Dell'Orco con il contributo di Marco Gombacci.
Nel dossier si analizzano gli sviluppi del recente conflitto nella Repubblica dell'Artsakh, le ambizioni dei giganti della Terra nella regione e gli scenari futuri relativi soprattutto ai Corridoi del gas, alle nuove rotte commerciali e allo spettro del panturchismo.
Come si evince dalle pagine del documento, molti di questi argomenti riguardano e riguarderanno da vicino anche l'Italia e l'Unione Europea.

Scarica gratuitamente il dossier ⤵
bit.ly/3q8mtvk
... Mostra tuttoMostra meno

È online il terzo dossier di approfondimento politico e culturale pubblicato da Nazione Futura  e Fondazione Tatarella.
La guerra in Nagorno-Karabakh: geopolitica del Caucaso meridionale, realizzato da Daniele DellOrco con il contributo di Marco Gombacci.
Nel dossier si analizzano gli sviluppi del recente conflitto nella Repubblica dellArtsakh, le ambizioni dei giganti della Terra nella regione e gli scenari futuri relativi soprattutto ai Corridoi del gas, alle nuove rotte commerciali e allo spettro del panturchismo.
Come si evince dalle pagine del documento, molti di questi argomenti riguardano e riguarderanno da vicino anche lItalia e lUnione Europea. 

Scarica gratuitamente il dossier ⤵
https://bit.ly/3q8mtvk

𝐓𝐑𝐈𝐁𝐔𝐓𝐄 𝐓𝐎 𝐒𝐈𝐑 𝐑𝐎𝐆𝐄𝐑 𝐒𝐂𝐑𝐔𝐓𝐎𝐍

La Fondazione Tatarella partecipa al convegno promosso dal 𝐆𝐫𝐮𝐩𝐩𝐨 𝐝𝐞𝐢 𝐂𝐨𝐧𝐬𝐞𝐫𝐯𝐚𝐭𝐨𝐫𝐢 𝐄𝐮𝐫𝐨𝐩𝐞𝐢 in ricordo del grande filosofo e conservatore britannico 𝐑𝐨𝐠𝐞𝐫 𝐒𝐜𝐫𝐮𝐭𝐨𝐧, ad un anno esatto dalla scomparsa.
Tra i relatori italiani, 𝑷𝒊𝒆𝒕𝒓𝒐 𝑭𝒊𝒐𝒄𝒄𝒉𝒊, 𝑭𝒓𝒂𝒏𝒄𝒆𝒔𝒄𝒐 𝑮𝒊𝒖𝒃𝒊𝒍𝒆𝒊, 𝑨𝒏𝒕𝒐𝒏𝒊𝒐 𝑴𝒂𝒓𝒕𝒊𝒏𝒐 𝒆 𝑮𝒊𝒐𝒓𝒈𝒊𝒂 𝑴𝒆𝒍𝒐𝒏𝒊, 𝑷𝒓𝒆𝒔𝒊𝒅𝒆𝒏𝒕𝒆 𝑬𝒄𝒓 𝑷𝒂𝒓𝒕𝒚.
... Mostra tuttoMostra meno

𝐓𝐑𝐈𝐁𝐔𝐓𝐄 𝐓𝐎 𝐒𝐈𝐑 𝐑𝐎𝐆𝐄𝐑 𝐒𝐂𝐑𝐔𝐓𝐎𝐍

La Fondazione Tatarella partecipa al convegno promosso dal 𝐆𝐫𝐮𝐩𝐩𝐨 𝐝𝐞𝐢 𝐂𝐨𝐧𝐬𝐞𝐫𝐯𝐚𝐭𝐨𝐫𝐢 𝐄𝐮𝐫𝐨𝐩𝐞𝐢 in ricordo del grande filosofo e conservatore britannico 𝐑𝐨𝐠𝐞𝐫 𝐒𝐜𝐫𝐮𝐭𝐨𝐧, ad un anno esatto dalla scomparsa. 
Tra i relatori italiani, 𝑷𝒊𝒆𝒕𝒓𝒐 𝑭𝒊𝒐𝒄𝒄𝒉𝒊, 𝑭𝒓𝒂𝒏𝒄𝒆𝒔𝒄𝒐 𝑮𝒊𝒖𝒃𝒊𝒍𝒆𝒊, 𝑨𝒏𝒕𝒐𝒏𝒊𝒐 𝑴𝒂𝒓𝒕𝒊𝒏𝒐 𝒆 𝑮𝒊𝒐𝒓𝒈𝒊𝒂 𝑴𝒆𝒍𝒐𝒏𝒊, 𝑷𝒓𝒆𝒔𝒊𝒅𝒆𝒏𝒕𝒆 𝑬𝒄𝒓 𝑷𝒂𝒓𝒕𝒚.

IN RICORDO DI GIOVANNI PAPINI
Centoquarant’anni fa nasceva Giovanni Papini, una degli autori più geniali del Novecento purtroppo oggi poco letto e conosciuto. Nato a Firenze il 9 gennaio 1881, la sua infanzia è caratterizzata da una grande povertà unita a una solitudine che ben presto impara a utilizzare come uno schermo per difendersi "dalla meschinità, dai discorsi sciocchi e volgari, dalla indifferenza e dagli spregi di tutti, parenti e conoscenti, noti ed ignoti" trovando come unico rifugio "se stesso e i libri": "una vera e propria frenesia lo prese: leggere, leggere; leggere sempre e dovunque, qualsiasi libro o giornale, qualsiasi pezzo di carta che contenesse parole scritte. Ogni giorno, finite le ore di scuola, cominciava per lui un'avventurosa caccia: cercava di leggere a tradimento i libri esposti sui barroccini o sui muriccioli, i giornali appesi dai giornalai". Indimenticabile il suo capolavoro “Un uomo finito” (autobiografia scritta da poco più che trentenne), splendido il suo “Diario 1900”, fonte straordinaria i “Carteggi” con gli amici di una vita Soffici e Prezzolini. Senza dimenticare la sua “Storia di Cristo” o opere come “Gog”. Geniale animatore delle riviste fiorentine di inizio Novecento, fondò “Leonardo” nel 1903, “Lacerba” nel 1913, collaborò a “La Voce” ed ebbe un legame stretto con il mitico editore Attilio Vallecchi. I suoi libri sono un rifugio dai nostri tempi bui, splendida la biografia di Roberto Ridolfi per approfondire la sua figura.
... Mostra tuttoMostra meno

IN RICORDO DI GIOVANNI PAPINI 
Centoquarant’anni fa nasceva Giovanni Papini, una degli autori più geniali del Novecento purtroppo oggi poco letto e conosciuto. Nato a Firenze il 9 gennaio 1881, la sua infanzia è caratterizzata da una grande povertà unita a una solitudine che ben presto impara a utilizzare come uno schermo per difendersi dalla meschinità, dai discorsi sciocchi e volgari, dalla indifferenza e dagli spregi di tutti, parenti e conoscenti, noti ed ignoti trovando come unico rifugio se stesso e i libri: una vera e propria frenesia lo prese: leggere, leggere; leggere sempre e dovunque, qualsiasi libro o giornale, qualsiasi pezzo di carta che contenesse parole scritte. Ogni giorno, finite le ore di scuola, cominciava per lui unavventurosa caccia: cercava di leggere a tradimento i libri esposti sui barroccini o sui muriccioli, i giornali appesi dai giornalai. Indimenticabile il suo capolavoro “Un uomo finito” (autobiografia scritta da poco più che trentenne), splendido il suo “Diario 1900”, fonte straordinaria i “Carteggi” con gli amici di una vita Soffici e Prezzolini. Senza dimenticare la sua “Storia di Cristo” o opere come “Gog”. Geniale animatore delle riviste fiorentine di inizio Novecento, fondò “Leonardo” nel 1903, “Lacerba” nel 1913, collaborò a “La Voce” ed ebbe un legame stretto con il mitico editore Attilio Vallecchi. I suoi libri sono un rifugio dai nostri tempi bui, splendida la biografia di Roberto Ridolfi per approfondire la sua figura.

📌𝐏𝐫𝐨𝐬𝐬𝐢𝐦𝐨 𝐚𝐩𝐩𝐮𝐧𝐭𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨

📺 #DOMANI Francesco Giubileinnaio,
dalle ore 8:00 aLa7 ore 9.40, il Presidente della Fondazione Tatarella, Francesco Giubilei, sarà ospite di Omnibus su La7

Si parlerà della situazione in #america e di #politicaitaliana.
... Mostra tuttoMostra meno

📌𝐏𝐫𝐨𝐬𝐬𝐢𝐦𝐨 𝐚𝐩𝐩𝐮𝐧𝐭𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨

📺 #Domani #10gennaio, 
dalle ore 8:00 alle ore 9.40, il Presidente della Fondazione Tatarella, Francesco Giubilei, sarà ospite di Omnibus su La7 

Si parlerà della situazione in #America e di #politicaitaliana.

Diretta Tatarella
... Mostra tuttoMostra meno

Comment on Facebook

Un libro molto interessante e contemporaneo. La firma dell’amico Giubilei è già una garanzia

I grandi saluti dalla Serbia

Se posso aggiungere qualcosa, bisognerebbe finalmente porre come obiettivo principale del centro destra, la ristrutturazione dell’impalcatura statale, che è diventata in questo momento un peso, un freno e un ostacolo all’economia. Dobbiamo rendere efficiente sia dal punto di vista dei costi, sia dal punto di vista burocratico l’apparato statale e stimolare finalmente l’economia interna riformando il fisco, rendendo l’Italia un paese in grado di esaltare l’iniziativa privata.

Buona serata !

Nuova e giovane destra ben salda ai valori dei fondatori

Ottima iniziativa 🇮🇹

Buonasera a tutti 🇮🇹💪

Non hanno un’identità

Una grande memoria storica Tatarella

Che lavoro meraviglioso, bravissimo 👏🏻!!

Un caro saluto a tutti.

Salve Francesco!

Una nuova destra liberal nazionale, che riesca a far confluire quelle giuste energie innovative in grado di poter dare ancor più slancio e convinzione di un progetto in piena evoluzione. Avanti così.

Conservare guardando al futuro. Tradizione e innovazione. C'è grande spazio per una destra preparata sul panorama italiano ed europeo

Buona sera a tutti 🇮🇹♥️

Complimenti bellissima iniziativa

Ottima distinzione la destra di FdI nel contesto europeo

Buonasera a tutti

Complimenti bello dal punto di vista storico politico,bel momento culturale! Complimenti a tutti

Buonasera a tutti!

Il Borghese, bellissimo!

Buona sera a tutti

Complimenti

FdI, una destra europea che salvaguardi le specificità del nostro Pease!

Salve a tutti

Carica altro

VIDEO

CALENDARIO

Nessun evento in programma