News

News

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

“Le tre età della Fiamma. La destra in Italia da Giorgio Almirante a Giorgia Meloni
A Bari Marco Tarchi presenta il suo saggio sulla destra
Venerdì 28 giugno alle ore 18.30 nella Biblioteca della Fondazione Tatarella
Per la rassegna Incontri d’Autore, la Fondazione Tatarella ospita il politologo Marco Tarchi, in occasione della presentazione del suo ultimo libro, “Le tre età della fiamma. La destra in Italia da Giorgio Almirante a Giorgia Meloni”, il 28 giugno, alle ore 18.30, alla biblioteca della Fondazione di via Piccinni, 97.
Con questo prezioso volume, edito da Solferino, Marco Tarchi, già dirigente del Msi, ricostruisce il percorso della destra in Italia insieme ad Antonio Carioti, ripercorrendo le diverse stagioni, dal dopoguerra a oggi, mettendo in rilievo rotture e continuità che lo hanno caratterizzato, con una particolare attenzione al rapporto tra destra, sovranismo e populismo. Il conflitto tra Giorgio Almirante e Arturo Michelini, il progetto fallito della «Destra nazionale», il fenomeno della «Nuova destra», lo «sdoganamento» degli anni Novanta, il naufragio del 2013, l'ascesa progressiva di Fratelli d'Italia, da partitino irrilevante a forza principale dello scenario politico.
E ancora, la sostanziale emarginazione, pur con qualche tentativo d'inserimento nel sistema, all'epoca del Movimento sociale italiano, la fase della subalternità di Alleanza nazionale a Silvio Berlusconi, che Gianfranco Fini ha tentato invano di sovvertire, fino ad arrivare ad oggi, con la guida di Giorgia Meloni al Governo, che sembra aprire orizzonti nuovi per una forza nazional-conservatrice e «afascista».
Un'analisi che rifugge dalle facili demonizzazioni come dalle compiacenti esaltazioni. Una storia d'Italia tra neofascismo e conservatorismo, attraverso la parabola della destra e dei suoi protagonisti.
All’evento sarà presente l’autore, introdotto dal vicepresidente della Fondazione Fabrizio Tatarella, moderati dal giornalista Michele De Feudis.
#GovernoMeloni#GovernoMeloni#Tatarella#conservatori
#destra#fdieuropa#fratelliditalia
@follower @mettere in evidenza
... See MoreSee Less

12 hours ago
“Le tre età della Fiamma. La destra in Italia da Giorgio Almirante a Giorgia Meloni” 
A Bari Marco Tarchi presenta il suo saggio sulla destra
Venerdì 28 giugno alle ore 18.30 nella Biblioteca della Fondazione Tatarella
Per la rassegna Incontri d’Autore, la Fondazione Tatarella ospita il politologo Marco Tarchi, in occasione della presentazione del suo ultimo libro, “Le tre età della fiamma. La destra in Italia da Giorgio Almirante a Giorgia Meloni”, il 28 giugno, alle ore 18.30, alla biblioteca della Fondazione di via Piccinni, 97.
Con questo prezioso volume, edito da Solferino, Marco Tarchi, già dirigente del Msi, ricostruisce il percorso della destra in Italia insieme ad Antonio Carioti, ripercorrendo le diverse stagioni, dal dopoguerra a oggi, mettendo in rilievo rotture e continuità che lo hanno caratterizzato, con una particolare attenzione al rapporto tra destra, sovranismo e populismo. Il conflitto tra Giorgio Almirante e Arturo Michelini, il progetto fallito della «Destra nazionale», il fenomeno della «Nuova destra», lo «sdoganamento» degli anni Novanta, il naufragio del 2013, lascesa progressiva di Fratelli dItalia, da partitino irrilevante a forza principale dello scenario politico.
E ancora, la sostanziale emarginazione, pur con qualche tentativo dinserimento nel sistema, allepoca del Movimento sociale italiano, la fase della subalternità di Alleanza nazionale a Silvio Berlusconi, che Gianfranco Fini ha tentato invano di sovvertire, fino ad arrivare ad oggi, con la guida di Giorgia Meloni al Governo, che sembra aprire orizzonti nuovi per una forza nazional-conservatrice e «afascista».
Unanalisi che rifugge dalle facili demonizzazioni come dalle compiacenti esaltazioni. Una storia dItalia tra neofascismo e conservatorismo, attraverso la parabola della destra e dei suoi protagonisti. 
All’evento sarà presente l’autore, introdotto dal vicepresidente della Fondazione Fabrizio Tatarella, moderati dal giornalista Michele De Feudis.
#GovernoMeloni#GovernoMeloni#Tatarella#conservatori 
#destra#fdieuropa#fratelliditalia
@follower @mettere in evidenza

"La destra italiana ha fatto i conti con la storia, non c’è nessuna nostalgia per il passato, con la svolta di Fiuggi e l'intuizione di Pinuccio Tatarella, che portò alla nascita di Alleanza Nazionale e di recente con Giorgia Meloni, nel suo discorso da Presidente del Consiglio. Il modello per il futuro deve essere il conservatorismo". Così ha dichiarato il Presidente della Fondazione Tatarella Francesco Giubilei, intervistato su Il Resto del Carlino. ... See MoreSee Less

2 days ago
La destra italiana ha fatto i conti con la storia, non c’è nessuna nostalgia per il passato, con la svolta di Fiuggi e lintuizione di Pinuccio Tatarella, che portò alla nascita di Alleanza Nazionale e di recente con Giorgia Meloni, nel suo discorso da Presidente del Consiglio. Il modello per il futuro deve essere il conservatorismo. Così ha dichiarato il Presidente della Fondazione Tatarella Francesco Giubilei, intervistato su Il Resto del Carlino.

Ci uniamo al dolore dei familiari della dott.ssa #VeraSlepoj, psicologa, scrittrice, docente universitaria, presidente della Federazione Italiana Psicologi e dell'International Health Observatory, venuta a mancare questa notte.
Una grande professionista che ha scavato nelle sfera affettiva dell’essere umano pubblicando diversi libri illuminanti.
Una nostra amica, sempre disponibile e sensibile, che abbiamo avuto l’onore di conoscere e ospitare due volte.
Grazie, Vera.
Mancherai a tutti. 🌹
... See MoreSee Less

4 days ago

Comment on Facebook

Ho letto alcuni suoi libri... Scritture molto interessanti, mi dispiace molto non sia più fra noi...era una persona di grande spessore ..

Buono

"La destra verso il futuro. Itinerario di una svolta"

Questo inedito di Pinuccio Tatarella, mai dato alle stampe, ritrovato durante i lavori di ordinamento e digitalizzazione dell'archivio Tatarella, è un prezioso contributo per raccontare l'evoluzione della destra italiana, il passaggio da una destra di protesta ad una di proposta, spiegato dal principale artefice della svolta. Il libro raccoglie una serie di interviste e articoli di Pinuccio Tatarella, pubblicati su diverse testate tra il dicembre del 1986 e il novembre 1993.

In foto Giorgia Meloni e Salvatore Tatarella manifestano davanti al Parlamento Europeo.
La frase è tratta dalla prefazione al libro.
... See MoreSee Less

3 weeks ago
La destra verso il futuro. Itinerario di una svolta

Questo inedito di Pinuccio Tatarella, mai dato alle stampe, ritrovato durante i lavori di ordinamento e digitalizzazione dellarchivio Tatarella, è un prezioso contributo per raccontare levoluzione della destra italiana, il passaggio da una destra di protesta ad una di proposta, spiegato dal principale artefice della svolta. Il libro raccoglie una serie di interviste e articoli di Pinuccio Tatarella, pubblicati su diverse testate tra il dicembre del 1986 e il novembre 1993.

In foto Giorgia Meloni e Salvatore Tatarella manifestano davanti al Parlamento Europeo.
La frase è tratta dalla prefazione al libro.

Comment on Facebook

Chissà se Pinuccio Tatarella avrebbe accettato l'Autonomia delle Regioni....

IL TUO 5XMILLE
PER LA FONDAZIONE TATARELLA 🇮🇹

È tempo di dichiarazione dei redditi.
Con il Tuo 5x1000 puoi sostenerci gratuitamente.

La Fondazione Tatarella opera nel campo della cultura attraverso la programmazione di convegni, incontri con gli autori, borse di studio, premi e rassegne letterarie, eventi di beneficenza, scuola di formazione politica, accesso alla biblioteca, all’archivio e all’emeroteca.

👉🏻 *Con il 5x1000 puoi sostenerci a costo zero*, semplicemente segnando nell’apposito riquadro il codice fiscale della Fondazione Tatarella:
✍🏻07246730720

👉🏻 Il 5 per mille è una quota di imposte, a cui lo Stato rinuncia per destinarla alle organizzazioni no profit.
Non costa nulla perché non è una tassa in più;
non firmando, la stessa quota del 5x1000 resterà allo Stato.

*La scelta di destinare il 5x1000 non è alternativa quella del 2x1000 ai partiti politici*.
Chi decide di destinare il 2x1000 a un partito politico può fare anche altre scelte.

Grazie per la Tua preziosa collaborazione🤝
... See MoreSee Less

1 month ago

Comment on Facebook

@follower @fan più attivi

🙏💙❤️🇮🇹. Grande Uomo!!!!.

Già fatto.......

🙏🙏🙏🙏🙏

Per non dimenticare.
23.5.1992
#stragediCapaci

Giovanni Falcone, Francesca Morvillo,
Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro.
... See MoreSee Less

1 month ago
Per non dimenticare. 
23.5.1992
#stragediCapaci

Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, 
Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro.Image attachment

ANNIVERSARIO SCOMPARSA DI GIORGIO ALMIRANTE (27/6/1914 - 22/5/1988)

“Degli uomini come me si deve poter dire: era fatto per i tempi duri e difficili, era fatto per seminare e non per raccogliere, era fatto per dare e non per prendere. Vorrei tanto che, quando non ci sarò più, si dicesse di me quello che Dante disse di Virgilio: facesti come colui che cammina di notte, e porta un lume dietro di sé, e con quel lume non aiuta se stesso. Egli cammina al buio, si apre la strada nel buio ma dietro di sé illumina gli altri”.
(Manifesto Archivio Fondazione Tatarella).
... See MoreSee Less

1 month ago
ANNIVERSARIO SCOMPARSA DI GIORGIO ALMIRANTE  (27/6/1914 - 22/5/1988)

“Degli uomini come me si deve poter dire: era fatto per i tempi duri e difficili, era fatto per seminare e non per raccogliere, era fatto per dare e non per prendere. Vorrei tanto che, quando non ci sarò più, si dicesse di me quello che Dante disse di Virgilio: facesti come colui che cammina di notte, e porta un lume dietro di sé, e con quel lume non aiuta se stesso. Egli cammina al buio, si apre la strada nel buio ma dietro di sé illumina gli altri”.
(Manifesto Archivio Fondazione Tatarella).

Comment on Facebook

@follower @fan più attivi

Grande Giorgio

Rpi grande uomo, onorevole te

Colui che firmò le leggi razziali

I PARTIGIANI SON STATI TROPPO BUONI DI CUORE A FAR SOPRAVIVERE CERTA GENTE

Bella persona☘️👋🌿

Quest'uomo, come tanti altri doveva andare a giudizio, finita la guerra, ma in nome della " pacificazione", ha radunato attorno a sé i " reduci" di un'ideologia che ora è al governo. Grande errore!!

Congresso Bologna fiera...da pelle d'oca vederlo...Onore ad un uomo d'onore...

Grande politico e uomo

GRANDE SEGRETARIO ❤️

Il lume che portava dietro di sé continua ad illuminarci.

Grande Statista Grande Patriota!🇮🇹❤️

Grande Segretario ❤🇮🇪🇮🇪

Grande politico e grande persona!! Figura imprescindibile per la dx italiana!

Era fatto e strafatto di odio per altri esseri umani che ha incarcerato e torturato per anni, questa la sua caratteristica principale, poi tutto il resto.

Grande uomo politico!

MEDAGLIA COMMEMORTIVA DI GORGIO ALMIRANTE.

Ho avuto l'onore e il piacere di conoscerlo: indimenticabile!

Una 🙏, un grazie ad un Grande Uomo🇮🇹🇮🇹🇮🇹🇮🇹

Un altro mondo dal quale molti dovrebbero prendere ispirazione (realmente e non a parole)

GRANDE GIORGIO ALMIRANTE

Una persona molto colta, era un piacere ascoltarla.

Indimenticabile!❤️🙏

Grande Uomo. 👍💙❤️🇮🇹.

Conosciuto in Sicilia nel 1982 grande uomo

View more comments

La bella recensione di Michele Cozzi sul Corriere del Mezzogiorno di oggi sul nuovo libro di Fabrizio Tatarella "La destra italiana in Europa. Dall'Europarlamento ai conservatori (Giubilei Regnani). @fan più attivi ... See MoreSee Less

1 month ago
La bella recensione di Michele Cozzi sul Corriere del Mezzogiorno di oggi sul nuovo libro di Fabrizio Tatarella  La destra italiana in Europa. DallEuroparlamento ai conservatori (Giubilei Regnani). @fan più attivi

Comment on Facebook

@follower

👍❤️👏👏💙🇮🇹.

Si è conclusa questa sera la presentazione del libro di FRANCESCO GIUBILEI | FOLLIE ECOLOGISTE, che passa in rassegna le principali derive dell'ambientalismo ideologico contemporaneo e le politiche che lo accompagnano, sottolineando la necessità di un immediato cambio di rotta culturale.

Grazie a tutti il pubblico presente, a Si è conclusa que, Francesco Ciro Miale, Luigi Decollanz, #CarloMoramarco, introdotti da Fabrizio Tatarella e moderati dal giornalista #BrunoVolpe.

#folliecologiste #francescogiubilei #fondazionetatarella #eventi #libri #cutura #politica #attualità #bari #puglia
... See MoreSee Less

1 month ago

Comment on Facebook

@follower

Auguri e buon lavoro.

In diretta dalla Fondazione Tatarella, la presentazione del libro di Francesco Giubilei, "Follie ecologiste". ... See MoreSee Less

1 month ago

Comment on Facebook

La Cina è la sintesi concreta del CapitalComunista l alternativa è la Terza Via della Socializzazione 😉👍

Una domanda l elettrico e' ecologico e ci sono alternative Italiane per evitare il monopolio Cinese?

La Chiesa si è dimenticata della Dottrina Sociale Cristiana

Come la giudicate voi la pubblicità dei vaccini per le emorroidi

🔴PROSSIMO EVENTO
📌17 maggio | ore 17.00
📍Fondazione Tatarella
📘FOLLIE ECOLOGISTE

Per la rassegna Incontri d’Autore, la Fondazione Tatarella ospiterà il presidente Francesco Giubilei per il suo ultimo libro, Follie ecologiste, Venerdì 17, alle ore 17.00, Biblioteca Fondazione Tatarella.

In questo saggio, Giubilei passa in rassegna le principali derive dell'ambientalismo ideologico contemporaneo, e le politiche che lo accompagnano, sottolineando la necessità di un immediato cambio di rotta culturale.

“Vandali che deturpano monumenti e capolavori del passato in nome del cambiamento climatico, comitati per il "no" che si oppongono alla realizzazione di qualsiasi opera bloccando la crescita del Paese, politiche green che finiscono per colpire i ceti più deboli: l'ambientalismo negli ultimi anni ha assunto un carattere radicale. L'Occidente in generale e l'Unione europea in particolare assecondano con un approccio dirigista l'applicazione di questo nuovo mantra che ha tutte le caratteristiche di una fede dogmatica, o di un'ideologia rivoluzionaria. A pagare il conto, salatissimo, di una transizione ecologica priva di realismo sono le imprese e i cittadini europei, quelli italiani in particolare: dalle direttive sulla casa green e sulle automobili fino a movimenti ecologisti sempre più estremisti, non sembra esserci fine al processo di soppressione della libera azione umana in nome di un dirigismo che pretende di salvare il mondo fustigando l'Occidente”.

All’evento, introdotto dal vice presidente Fabrizio Tatarella, parteciperanno con l’autore
Francesco Ciro Miale
Coordinatore regionale Nazione Futura
Luigi Decollanz, Presidente Acque del Sud, Carlo Moramarco, Associazione Cultura Identità,
moderati da #Bruno #Volpe,
Giornalista Quotidiano di Bari Cultura

Ingresso libero.
... See MoreSee Less

1 month ago
🔴PROSSIMO EVENTO 
📌17 maggio | ore 17.00
📍Fondazione Tatarella
📘FOLLIE ECOLOGISTE

Per la rassegna Incontri d’Autore, la Fondazione Tatarella ospiterà il presidente Francesco Giubilei per il suo ultimo libro, Follie ecologiste, Venerdì 17, alle ore 17.00, Biblioteca Fondazione Tatarella. 

In questo saggio, Giubilei passa in rassegna le principali derive dellambientalismo ideologico contemporaneo, e le politiche che lo accompagnano, sottolineando la necessità di un immediato cambio di rotta culturale.

“Vandali che deturpano monumenti e capolavori del passato in nome del cambiamento climatico, comitati per il no che si oppongono alla realizzazione di qualsiasi opera bloccando la crescita del Paese, politiche green che finiscono per colpire i ceti più deboli: lambientalismo negli ultimi anni ha assunto un carattere radicale. LOccidente in generale e lUnione europea in particolare assecondano con un approccio dirigista lapplicazione di questo nuovo mantra che ha tutte le caratteristiche di una fede dogmatica, o di unideologia rivoluzionaria. A pagare il conto, salatissimo, di una transizione ecologica priva di realismo sono le imprese e i cittadini europei, quelli italiani in particolare: dalle direttive sulla casa green e sulle automobili fino a movimenti ecologisti sempre più estremisti, non sembra esserci fine al processo di soppressione della libera azione umana in nome di un dirigismo che pretende di salvare il mondo fustigando lOccidente”.

All’evento, introdotto dal vice presidente Fabrizio Tatarella, parteciperanno con l’autore 
Francesco Ciro Miale
Coordinatore regionale Nazione Futura
Luigi Decollanz, Presidente Acque del Sud, Carlo Moramarco, Associazione Cultura Identità, 
moderati da #Bruno #Volpe, 
Giornalista Quotidiano di Bari Cultura

Ingresso libero.

❗️E' destra di Governo. Il 10 Maggio 1994 nasceva il primo Governo di centrodestra della storia della Repubblica.
Il primo Governo Berlusconi vede Alleanza Nazionale rappresentata da un Vice Presidente del Consiglio e 5 Ministri. È la prima volta della destra al Governo dai tempi di Cavour.
... See MoreSee Less

2 months ago
❗️E destra di Governo. Il 10 Maggio 1994 nasceva il primo Governo di centrodestra della storia della Repubblica.
Il primo Governo Berlusconi vede Alleanza Nazionale rappresentata da un Vice Presidente del Consiglio e 5 Ministri. È la prima volta della destra al Governo dai tempi di Cavour.

Comment on Facebook

@follower @fan più attivi

Per fortuna Berlusconi con la sua vittoria ha bloccato l'occupazione dell'Italia da parte dei Comunisti. Dopo trent'anni i Compagni ancora non si rassegnano e continuano ad odiare ed a criticare Silvio Berlusconi.

Peccato che molti confondono la "destra" col Fascismo, che con la destra ebbe ben poco da condividere

Peccato che del Fascismo e dei Fascisti hanno narrato solo la parte peggiore

Il fascismo, è bene ed onesto sottolinearlo, ha una doppia faccia. Ha portato una generale ventata innovativa allo Stivale: dalle bonifiche di molte regioni, alle scuole, ad interi quartieri, costruiti con tutti i servizi, ecc ecc.. Il peggior danno è stata l'alleanza con il malato di mente, quale era Itler. Mussolini, con tutti i suoi stravizi fino alle droghe, temeva il tiranno tedesco, mentre era proprio questo, che aveva paura di Mussolini!.

Alleanza Nazionale è la nostra casa

Una volta in Italia c'erano i fascisti, adesso ci sono i nazisti in appoggio ad Hamas!

Non vogliono competitors, per questo gli altri sono nazisti. Detto dai comunisti

View more comments

IL TUO #5XMILLE
PER LA CULTURA E LA FONDAZIONE TATARELLA 🇮🇹

È tempo di dichiarazione dei redditi.

Con il Tuo 5x1000 puoi sostenerci #gratuitamente.

La Fondazione Tatarella opera nel campo della #cultura attraverso la programmazione di convegni, incontri con gli autori, borse di studio, premi e rassegne letterarie, eventi di beneficenza, scuola di formazione politica, accesso alla biblioteca, all’archivio e all’emeroteca.

👉🏻 Con il 5x1000 puoi sostenerci a costo zero, semplicemente segnando nell’apposito riquadro il codice fiscale della Fondazione Tatarella:
✍🏻07246730720

👉🏻 Il 5 per mille è una quota di imposte, a cui lo Stato rinuncia per destinarla alle organizzazioni no profit.
Non costa nulla perché non è una tassa in più;
non firmando, la stessa quota del 5x1000 resterà allo Stato.

La scelta di destinare il 5x1000 non è alternativa quella del 2x1000 ai partiti politici.
Chi decide di destinare il 2x1000 a un partito politico può fare anche altre scelte.

🤝 Grazie per la Tua preziosa collaborazione
... See MoreSee Less

2 months ago

Comment on Facebook

@follower

Certamente la mia quota la puoi contabilizzare....😉

Che nostalgia. Mi fa ricordare la mia giovinezza quando militavo nel partito e le campagne elettorali con Pinuccio e per Pinuccio. Era un periodo tosto x noi. Mi ricordo le raccomandazioni che faceva ai ragazzi, di non usare violenza se vi provocano. Ciao Pinuccio.

La recensione di Libero al libro *La destra italiana 🇮🇹 in Europa* 🇪🇺 di Fabrizio Tatarella ... See MoreSee Less

2 months ago
La recensione di Libero al libro *La destra italiana 🇮🇹 in Europa* 🇪🇺 di Fabrizio Tatarella

Comment on Facebook

Forza e determinazione

📖 Buona Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore.

“Certi libri costituiscono un tesoro, un fondamento; letti una volta, vi serviranno per il resto della vita.”
Ezra Pound

Qual è il Vostro libro preferito ?

#23aprile24
#GiornataMondialeDelLibro
... See MoreSee Less

2 months ago
📖 Buona Giornata mondiale del libro e del diritto dautore.

“Certi libri costituiscono un tesoro, un fondamento; letti una volta, vi serviranno per il resto della vita.”
Ezra Pound

Qual è il Vostro libro preferito ? 

#23aprile24
#GiornataMondialeDelLibro

Si avvicina il 25 aprile e puntualmente ritornano le solite polemiche su Giorgia Meloni e la destra italiana. Ascolta l'intervento di Fabrizio Tatarella 👇🏻🇮🇹 ... See MoreSee Less

2 months ago

Comment on Facebook

@follower

Bravo Fabrizio Tatarella io

Irresistibile. Grande Fabrizio

📌PROSSIMO APPUNTAMENTO
🇮🇹🇪🇺 “La destra italia in Europa”, il nuovo libro del vice presidente Fabrizio Tatarella

📻SABATO 20 aprile | ore 07.35 / 8.00 |
Radio1 Rai
📺In replica, dalle ore 14.00, su Rai Parlamento

📘Il vice presidente della Fondazione Fabrizio Tatarella, sarà ospite della trasmissione radiofonica #Caffè #Parlamento di Radio Rai 1, domani 20 aprile, dalle ore 07.35, per presentare il nuovo libro, “La destra in Europa. Dall’Europarlamento ai conservatori”, 🇪🇺🇮🇹Giubilei Regnani Editore.

📺 L’intervista sarà trasmessa anche su Rai Gr Parlamento, nella stessa giornata, alle ore 14.00.

Si ringrazia per l’invito.
... See MoreSee Less

2 months ago
📌PROSSIMO APPUNTAMENTO 
🇮🇹🇪🇺 “La destra italia in Europa”, il nuovo libro del vice presidente Fabrizio Tatarella 

📻SABATO 20 aprile | ore 07.35 / 8.00 |
Radio1 Rai
📺In replica, dalle ore 14.00, su Rai Parlamento

📘Il vice presidente della Fondazione Fabrizio Tatarella, sarà ospite della trasmissione radiofonica #Caffè #Parlamento di Radio Rai 1, domani 20 aprile, dalle ore 07.35, per presentare il nuovo libro, “La destra in Europa. Dall’Europarlamento ai conservatori”, 🇪🇺🇮🇹Giubilei Regnani Editore. 

📺 L’intervista sarà trasmessa anche su Rai Gr Parlamento, nella stessa giornata, alle ore 14.00.

Si ringrazia per l’invito.

Comment on Facebook

@follower

Credo che l'orario favorisca le casalinghe.

Forza e coraggio

Alle Elezioni europee del 1989, le prime senza Almirante, il Msi con il 5,51%, elegge 4 deputati europei. Giuseppe Tatarella, Vice Segretario nazionale del Msi, guidò la lista nella circoscrizione Meridionale ottenendo 142.278 preferenze. (Manifesto Europee 1989 Archivio Fondazione Tatarella). @follower ... See MoreSee Less

2 months ago
Alle Elezioni europee del 1989, le prime senza Almirante, il Msi con il 5,51%, elegge 4 deputati europei. Giuseppe Tatarella, Vice Segretario nazionale del Msi, guidò la lista nella circoscrizione Meridionale ottenendo 142.278 preferenze. (Manifesto Europee 1989 Archivio Fondazione Tatarella). @follower

Comment on Facebook

Poveri e vincenti, come sempre...

Meraviglioso che tempi💪🏽💪🏽💪🏽

Onore e gloria

Era il 16 aprile 1973 quando vennero uccisi i fratelli Mattei nella loro abitazione di Primavalle. Uccisi da militanti di Potere Operaio. Colpevoli di essere figli di un missino. Per non dimenticare! (Archivio Fondazione Tatarella). ... See MoreSee Less

2 months ago
Era il 16 aprile 1973 quando vennero uccisi i fratelli Mattei nella loro abitazione di Primavalle. Uccisi da militanti di Potere Operaio. Colpevoli di essere figli di un missino. Per non dimenticare! (Archivio Fondazione Tatarella).

Comment on Facebook

Verità e giustizia!

Intervista su formiche.net di Fabrizio Tatarella in occasione del suo libro "La destra italiana in Europa."
Clicca qui ⬇️

formiche.net/2024/04/conservatori-e-popolari-lalleanza-possibile-perche-meloni-puo-farcela-second...
... See MoreSee Less

2 months ago
Intervista su formiche.net di Fabrizio Tatarella in occasione del suo libro La destra italiana in Europa.
Clicca qui ⬇️ 

https://formiche.net/2024/04/conservatori-e-popolari-lalleanza-possibile-perche-meloni-puo-farcela-secondo-tatarella/

Comment on Facebook

@follower @fan più attivi

Fabrizio sarà la volta buona per costruire le basi per la Terza Via in Politica e in Economia.

FRANCOBOLLO TATARELLA PER GIOVANNI GENTILE
Il 15 aprile del 1944 a Firenze veniva ucciso da un agguato partigiano il filosofo Giovanni Gentile.Pinuccio Tatarella, il primo missino al governo, da Ministro delle Poste nel 1994 onoro'la figura di Gentile con un francobollo speciale del Governo italiano. Un esemplare è conservato nell'Archivio Fondazione Tatarella.
... See MoreSee Less

2 months ago
FRANCOBOLLO TATARELLA PER GIOVANNI GENTILE
Il 15 aprile del 1944 a Firenze veniva ucciso da un agguato partigiano il filosofo Giovanni Gentile.Pinuccio Tatarella, il primo missino al governo, da Ministro delle Poste nel 1994 onorola figura di Gentile con un francobollo speciale del Governo italiano. Un esemplare è conservato nellArchivio Fondazione Tatarella.

✔️Si è conclusa la presentazione del libro 📘“Conservatori. Storia e attualità di un pensiero politico, di #Marco #Invernizzi, introdotto dal vice presidente della Fondazione Fabrizio Tatarella, e intervistato dal giornalista #Michele #Cozzi.
Grazie ai nostri ospiti e a tutti coloro che hanno seguito l’evento in biblioteca e in diretta Facebook.

#eventi #storia #attualità #libri #cultura #politica #fondazionetatarella #bari #puglia
... See MoreSee Less

2 months ago

🔛 In diretta dalla Fondazione Tatarella, la presentazione del libro di #Marco #Invernizzi, Conservatori. Storia e attualità di un pensiero politico.

Buon ascolto.
... See MoreSee Less

2 months ago

Comment on Facebook

Per il professore come ho capito l Idea Corporativa aveva un Ordine e Valore se mi può rispondere grazie ritorniamo al discorso di Menenio Agrippa

Tutta la Filosofia Politica e Sociale deve fare i conti con la sintesi della Terza Via Nazionale e Popolare⚖️💖🇮🇹

Fabrizio il primo francobollo su Gentile lo fece Pinuccio Tatarella come Ministro delle Poste

L Idea della Cogestione e condivisione degli utili e la rappresentanza dei corpi intermedi va oltre la Destra e la Sinistra ⚖️💖

Professore la nostra Rivoluzione bisogna prima farla dentro se stesso con l evoluzione culturale e portarla nel cuore del prossimo

La Sinistra cosiddetta ha solo lei il diritto alle riforme ricordiamo su l art 18 e il Titolo V quinto della costituzione fatti da loro

Siamo Conservatori nei Valori e Progressista nel Sociale diceva Almirante ⚖️🇮🇹

Ci vogliono le Case della Cultura in ogni regione

Ricordiamo Pinuccio era Ministro delle Poste

Movimento Conservatore e Riformista movimento un insieme di parti alla Fazione la Nazione

Ricordiamoci Mario Gramsci un combattente dell' Idea Sociale dimenticato dalla Storia ⚖️🇮🇹

Bravo professore il Conservatore di Valori Eterni

Se e possibili rispondere a qualche nostra osservazione e riflessione grazie

Si sente male

Grazie Professore

La liberta' di un individuo finisce dove comincia la libertà di un altro. Lo Stato non può decidere e inserire nella Costituzione europea l'aborto

Giusto diritti inamovibili

Un conservatore non puo' accettare l'aborto. I principi e i valori vanno sempre tenuti in considerazione

View more comments

🔴 🇮🇹 LA DESTRA ITALIANA IN EUROPA🇪🇺: FABRIZIO TATARELLA PRESENTA LIBRO A ROMA.
Presentato a Roma nel corso di una conferenza stampa molto affollata il nuovo libro di Fabrizio Tatarella "La destra italiana in Europa.Dall'europarlamento ai conservatori".
#Fdi sposa 'modello Metsola' per Ue:noi da sempre europei e atlantisti ##Fdi sposa 'modello Metsola' per Ue:noi da sempre europei e atlantisti Superare invece "modello Ursula". Un libro ripercorre percorso dal Msi: 'Meloni può realizzare intuizione Tatarella' Milano, 10 apr. (askanews) - Superare il modello Ursula, arrivare al modello Metsola con una maggioranza composta da liberali, popolari e conservatori, e realizzare così "l'intuizione" di Pinuccio Tatarella che "già nel 1998" evocava la possiblità di un'alleanza con il centro per governare l'Europa. Il punto di arrivo di un percorso "sempre coerente con i nostri valori", perchè la destra italiana "è sempre stata europea e filo-atlantica". È la tesi su cui è costruito il volume "La destra italiana in Europa", presentato oggi aal Camera dal'autore Fabrizio Tatarella insieme al capogruppo di Fratelli d'Italia Tommaso Foti. Volume che vede gli interventi anche dei vertici di FdI in Europa, Carlo Fidanza e Nicola Procaccini. Sottolinea Tatarella: "La destra italiana è sempre stata europea e filoatlantista, un percorso di sganciamento da certe posizioni è iniziato anche prima di Alleanza Nazionale, con la rottura con Le Pen padre" e col congresso di Fiuggi in cui "sono stati chiusi i conti col passato". E Pinuccio Tatarella "già nel '98 diceva che per governare l'Europa c'è bisogno di un centro collegato a una destra modernizzartice. Quello che potrebbe realizzare Giorgia Meloni: un'alleanza strutturale tra conservatori e popolari, passando dal modello Ursula al modello Metsola. Con popolari conservatori e liberali. Un percorso di legittimazione internazionale che potrebbe trovare compimento con le imminenti elezioni europee". Tesi rilanciata dal presidente dei deputati Foti, che rivendica "un percorso all'insegna della coerenza, delle battaglie per le quali ci siamo battuti. Qualcuno dice che la destra non può parlare di Europa. Sono i fatti che dimostrano che a Casablanca, a cambiare le idee, sono andati altri. Sulle scelte strategiche e geopolitiche, la destra è sempre stata dalla parte dell'Occidente; qualcuno s'è iscritto recentemente, e ogni allusione alla sinistra italiana è voluta". E invee, lamenta ancora Foti, "c'è una manipolazione delle posizioni che assumiamo in Europa. Criticare la burocrazia non significa essere anti-europei; mettere al centro la persona e non il diametro dei piselli, significa voler vene all'Europa. Se l'Europa torna ad occuparsi dei grandi temi politici e sociali, torna ad essere protagonista". Inoltre "la destra ha sempre cercato in Europa dei collegamenti. Quello del'Europa nazione è stato non solo un mito ma una prospettiva politica. E anche la scelta dei Conservatori è un ritorno al passato recente", dice ricordando "i rapporti coi gaullisti" e la stagione in cui a destra c'erano "Sarkozy e Aznar". Poi il passaggio nel Ppe, col Popolo delle Libertà, la nascita di Fratelli d'Italia e l'ingresso in Ecr: "Buoni ultimi, ma con le prossime elezioni dovremmo essere il partito più numeroso nel gruppo". Rea 20240410T120349Z
Giorgia Meloni Fratelli d'Italia #politica #Tatarella #followers
... See MoreSee Less

3 months ago
🔴 🇮🇹 LA DESTRA ITALIANA IN EUROPA🇪🇺: FABRIZIO TATARELLA PRESENTA LIBRO A ROMA.
Presentato a Roma nel corso di una conferenza stampa molto affollata il nuovo libro di Fabrizio Tatarella La destra italiana in Europa.Dalleuroparlamento ai conservatori.
#Fdi sposa modello Metsola per Ue:noi da sempre europei e atlantisti ##Fdi sposa modello Metsola per Ue:noi da sempre europei e atlantisti Superare invece modello Ursula. Un libro ripercorre percorso dal Msi: Meloni può realizzare intuizione Tatarella Milano, 10 apr. (askanews) - Superare il modello Ursula, arrivare al modello Metsola con una maggioranza composta da liberali, popolari e conservatori, e realizzare così lintuizione di Pinuccio Tatarella che già nel 1998 evocava la possiblità di unalleanza con il centro per governare lEuropa. Il punto di arrivo di un percorso sempre coerente con i nostri valori, perchè la destra italiana è sempre stata europea e filo-atlantica. È la tesi su cui è costruito il volume La destra italiana in Europa, presentato oggi aal Camera dalautore Fabrizio Tatarella insieme al capogruppo di Fratelli dItalia Tommaso Foti. Volume che vede gli interventi anche dei vertici di FdI in Europa, Carlo Fidanza e Nicola Procaccini. Sottolinea Tatarella: La destra italiana è sempre stata europea e filoatlantista, un percorso di sganciamento da certe posizioni è iniziato anche prima di Alleanza Nazionale, con la rottura con Le Pen padre e col congresso di Fiuggi in cui sono stati chiusi i conti col passato. E Pinuccio Tatarella già nel 98 diceva che per governare lEuropa cè bisogno di un centro collegato a una destra modernizzartice. Quello che potrebbe realizzare Giorgia Meloni: unalleanza strutturale tra conservatori e popolari, passando dal modello Ursula al modello Metsola. Con popolari conservatori e liberali. Un percorso di legittimazione internazionale che potrebbe trovare compimento con le imminenti elezioni europee. Tesi rilanciata dal presidente dei deputati Foti, che rivendica un percorso allinsegna della coerenza, delle battaglie per le quali ci siamo battuti. Qualcuno dice che la destra non può parlare di Europa. Sono i fatti che dimostrano che a Casablanca, a cambiare le idee, sono andati altri. Sulle scelte strategiche e geopolitiche, la destra è sempre stata dalla parte dellOccidente; qualcuno sè iscritto recentemente, e ogni allusione alla sinistra italiana è voluta. E invee, lamenta ancora Foti, cè una manipolazione delle posizioni che assumiamo in Europa. Criticare la burocrazia non significa essere anti-europei; mettere al centro la persona e non il diametro dei piselli, significa voler vene allEuropa. Se lEuropa torna ad occuparsi dei grandi temi politici e sociali, torna ad essere protagonista. Inoltre la destra ha sempre cercato in Europa dei collegamenti. Quello delEuropa nazione è stato non solo un mito ma una prospettiva politica. E anche la scelta dei Conservatori è un ritorno al passato recente, dice ricordando i rapporti coi gaullisti e la stagione in cui a destra cerano Sarkozy e Aznar. Poi il passaggio nel Ppe, col Popolo delle Libertà, la nascita di Fratelli dItalia e lingresso in Ecr: Buoni ultimi, ma con le prossime elezioni dovremmo essere il partito più numeroso nel gruppo. Rea 20240410T120349Z
Giorgia Meloni Fratelli dItalia #politica #Tatarella #followersImage attachment

Comment on Facebook

@follower

Straordinario

🔴 DOMANI 11 APRILE | ore 18.00
📍Fondazione Tatarella
📘Conservatori. Storia e attualità di un pensiero politico di #Marco #Invernizzi

Nell’ambito della rassegna “Incontri d’Autore”, la Fondazione Tatarella ospiterà a Bari Marco Invernizzi, autore del saggio “Conservatori. Storia e attualità di un pensiero politico” (edizioni Ares), giovedì 11 aprile 2024, alle ore 18.00, alla biblioteca della Fondazione in via Piccinni, 97.
Introducono il vicepresidente della Fondazione Fabrizio Tatarella e il consigliere della Regione Puglia Renato Perrini.
Dialoga con l’autore il giornalista Michele Cozzi.

«Invernizzi e Sanguinetti, con il contributo sostanzioso di Andrea Morigi, Francesco Pappalardo e di Mauro Ronco, ci danno una ricostruzione quanto mai ricca di dettagli, protagonisti, eventi, sfumature, ripercorrendo i passaggi fondamentali degli ultimi duecento anni di storia occidentale e soffermandosi in particolare sull’evoluzione di una tradizione conservatrice difficile ma, forse proprio per questo, di particolare interesse come quella italiana. Un autentico tour de force, attraversato da una tensione di fondo che, d’altra parte, emerge da queste pagine come costitutiva del conservatorismo. Il libro si richiama a un conservatorismo che guardi all’ordine politico e sociale precedente il 1789, alle sue radici religiose, alla sua antropologia naturale.
Il compito non sarebbe facile per nessuna ideologia: né per il liberalismo, né per il socialismo. Ma tanto più lo è per il conservatorismo, poiché quello è naturalmente, strutturalmente ostile ai processi di razionalizzazione, sistematizzazione e generalizzazione caratteristici della modernità. A tal punto che, come avviene anche in queste pagine, può mettersi in forse l’idea stessa che si tratti di un’ideologia. Le ideologie nascono infatti con la Rivoluzione francese allo scopo di guidare gli esseri umani nell’opera di trasformazione pianificata del mondo. Ma è proprio questa trasformazione pianificata quel che il conservatorismo massimamente detesta. Se ideologia è, allora, è un’ideologia antideologica». (dalla prefazione di Giovanni Orsina).

Ingresso libero.
... See MoreSee Less

3 months ago
🔴 DOMANI 11 APRILE | ore 18.00
📍Fondazione Tatarella
📘Conservatori. Storia e attualità di un pensiero politico di #Marco #Invernizzi

Nell’ambito della rassegna “Incontri d’Autore”, la Fondazione Tatarella ospiterà a Bari Marco Invernizzi, autore del saggio “Conservatori. Storia e attualità di un pensiero politico” (edizioni Ares), giovedì 11 aprile 2024, alle ore 18.00, alla biblioteca della Fondazione in via Piccinni, 97.  
Introducono il vicepresidente della Fondazione Fabrizio Tatarella e il consigliere della Regione Puglia Renato Perrini.
Dialoga con l’autore il giornalista Michele Cozzi.

«Invernizzi e Sanguinetti, con il contributo sostanzioso di Andrea Morigi, Francesco Pappalardo e di Mauro Ronco, ci danno una ricostruzione quanto mai ricca di dettagli, protagonisti, eventi, sfumature, ripercorrendo i passaggi fondamentali degli ultimi duecento anni di storia occidentale e soffermandosi in particolare sull’evoluzione di una tradizione conservatrice difficile ma, forse proprio per questo, di particolare interesse come quella italiana. Un autentico tour de force, attraversato da una tensione di fondo che, d’altra parte, emerge da queste pagine come costitutiva del conservatorismo. Il libro si richiama a un conservatorismo che guardi all’ordine politico e sociale precedente il 1789, alle sue radici religiose, alla sua antropologia naturale. 
Il compito non sarebbe facile per nessuna ideologia: né per il liberalismo, né per il socialismo. Ma tanto più lo è per il conservatorismo, poiché quello è naturalmente, strutturalmente ostile ai processi di razionalizzazione, sistematizzazione e generalizzazione caratteristici della modernità. A tal punto che, come avviene anche in queste pagine, può mettersi in forse l’idea stessa che si tratti di un’ideologia. Le ideologie nascono infatti con la Rivoluzione francese allo scopo di guidare gli esseri umani nell’opera di trasformazione pianificata del mondo. Ma è proprio questa trasformazione pianificata quel che il conservatorismo massimamente detesta. Se ideologia è, allora, è un’ideologia antideologica». (dalla prefazione di Giovanni Orsina).

Ingresso libero.

Comment on Facebook

@follower

Chiedo scusa ma x non essere più tagata come si fa

A domani

LA DESTRA ITALIANA🇮🇹 IN EUROPA 🇪🇺

FABRIZIO TATARELLA PRESENTA ALLA CAMERA IL LIBRO SULLA STORIA DELLA DESTRA AL PARLAMENTO EUROPEO.

Sarà presentato mercoledì #10aprile 2024 alle ore 10.00, a #Roma, nella sala stampa della Camera dei deputati (Via delle Missione n. 4), il nuovo libro di Fabrizio Tatarella: “La destra italiana in Europa. Dall’Europarlamento ai conservatori”, edito da Giubilei Regnani Editore, curato dalla Fondazione Tatarella.

Sono previsti gli interventi di Raffaele Fitto, Ministro Pnnr, Affari europei e Sud, Tommaso Foti, Presidente del Gruppo di Fratelli d'Italia alla Camera dei deputati, Francesco Giubilei, editore e Presidente della Fondazione Tatarella, Antonio Giordano, deputato di Fdi, Segretario Generale ECR e Vicepresidente vicario della Fondazione Alleanza Nazionale, e di Fabrizio Tatarella, autore del saggio e Vicepresidente vicario della Fondazione Tatarella.

Il percorso e l’evoluzione della destra italiana al Parlamento Europeo, dall’irrilevante gruppo dei Non iscritti, senza una famiglia europea, al governo delle istituzioni comunitarie.
Dal concetto di “Europa Nazione” ai primi tentativi del Msi di realizzare l’Eurodestra, dalla nascita della destra di governo di Alleanza Nazionale con Pinuccio Tatarella all’Unione per l’Europa delle Nazioni.
Dalla confluenza nel Popolo della Libertà di Berlusconi e Fini alla scomparsa di una rappresentanza parlamentare della destra alle europee del 2014, fino al 2018 quando Fratelli d’Italia decide di aderire alla famiglia dei Conservatori e Riformisti europei.
È l’inizio di una stagione importante che porterà al ritorno della destra italiana nell’Europarlamento nel 2019 e all’elezione di Giorgia Meloni a presidente dei Conservatori europei e capo del governo. Un percorso politico che viene da lontano e che ha radici profonde, ma che non ha mai perso uno dei tratti più evidenti della sua continuità politica: la determinata convinzione della vocazione europeista dell’Italia.
Il libro, oltre ai principali documenti politici della destra politica che hanno il suo percorso in Europa, contiene l’introduzione del professore #Giuseppe #Parlato, storico e Presidente della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, la prefazione di Nicola Procaccini, Copresidente del Gruppo Conservatori e Riformisti (Ecr) al Parlamento europeo e gli interventi di Cristiana Muscardini, già storico Capo delegazione del Msi ed An, Copresidente Uen al PE, e di Carlo Fidanza Capo delegazione di Fratelli d’Italia nel Gruppo Ecr.

Iscrizione obbligatoria a info@giubileiregnani.com
... See MoreSee Less

3 months ago
LA DESTRA ITALIANA🇮🇹 IN EUROPA 🇪🇺

FABRIZIO TATARELLA PRESENTA ALLA CAMERA IL LIBRO SULLA STORIA DELLA DESTRA AL PARLAMENTO EUROPEO.

Sarà presentato mercoledì #10aprile 2024 alle ore 10.00, a #Roma, nella sala stampa della Camera dei deputati (Via delle Missione n. 4), il nuovo libro di Fabrizio Tatarella:  “La destra italiana in Europa. Dall’Europarlamento ai conservatori”, edito da Giubilei Regnani Editore, curato dalla Fondazione Tatarella. 

Sono previsti gli interventi di Raffaele Fitto, Ministro Pnnr, Affari europei e Sud, Tommaso Foti, Presidente del Gruppo di Fratelli dItalia  alla Camera dei deputati, Francesco Giubilei, editore e Presidente della Fondazione Tatarella, Antonio Giordano, deputato di Fdi, Segretario Generale ECR e Vicepresidente vicario della Fondazione Alleanza Nazionale, e di Fabrizio Tatarella, autore del saggio e Vicepresidente vicario della Fondazione Tatarella.

Il percorso e l’evoluzione della destra italiana al Parlamento Europeo, dall’irrilevante gruppo dei Non iscritti, senza una famiglia europea, al governo delle istituzioni comunitarie. 
Dal concetto di “Europa Nazione” ai primi tentativi del Msi di realizzare l’Eurodestra, dalla nascita della destra di governo di Alleanza Nazionale con Pinuccio Tatarella all’Unione per l’Europa delle Nazioni. 
Dalla confluenza nel Popolo della Libertà di Berlusconi e Fini alla scomparsa di una rappresentanza parlamentare della destra alle europee del 2014, fino al 2018 quando Fratelli d’Italia decide di aderire alla famiglia dei Conservatori e Riformisti europei. 
È l’inizio di una stagione importante che porterà al ritorno della destra italiana nell’Europarlamento nel 2019 e all’elezione di Giorgia Meloni a presidente dei Conservatori europei e capo del governo. Un percorso politico che viene da lontano e che ha radici profonde, ma che non ha mai perso uno dei tratti più evidenti della sua continuità politica: la determinata convinzione della vocazione europeista dell’Italia. 
Il libro, oltre ai principali documenti politici della destra politica che hanno il suo percorso in Europa, contiene l’introduzione del professore #Giuseppe #Parlato, storico e Presidente della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, la prefazione di Nicola Procaccini, Copresidente del Gruppo Conservatori e Riformisti (Ecr) al Parlamento europeo e gli interventi di Cristiana Muscardini, già storico Capo delegazione del Msi ed An, Copresidente Uen al PE, e di Carlo Fidanza  Capo delegazione di Fratelli d’Italia nel Gruppo Ecr.

Iscrizione obbligatoria a info@giubileiregnani.com

Comment on Facebook

@follower

Evento molto interessante

QUANDO LA MAFIA VOLEVA UCCIDERE PINUCCIO TATARELLA
L' attentato commissionato un anno fa, quando il numero due di An era vicepresidente del Consiglio nel governo Berlusconi
Un lanciagranate per uccidere Tatarella
Dopo le rivelazioni di un pentito, trovate in Puglia armi da guerra : avrebbero potuto polverizzare l' onorevole

Ha chiuso la campagna elettorale per l' elezione del sindaco in piazza della Repubblica senza alcun accenno all' attentato che sarebbe stato progettato contro di lui un anno fa, quando era vicepresidente del Consiglio nel governo Berlusconi. Giuseppe "Pinuccio" Tatarella, secondo le confidenze di un pregiudicato in soggiorno obbligato proprio a Gravina di Puglia, affiliato al clan mafioso dei Santapaola e poi divenuto collaboratore di giustizia, doveva essere eliminato con un lanciarazzi durante uno dei suoi frequenti viaggi in Puglia. La notizia, apparsa ieri sulla Gazzetta del Mezzogiorno, e' stata confermata dalla questura di Bari. A rendere verosimile il progetto di un attentato a Tatarella, il ritrovamento dell' arma che avrebbe dovuto incenerirlo: un lanciagranate di fabbricazione sovietica utilizzato in Vietnam e in Afghanistan, e ben 5 granate razzo, ciascuna delle quali dotata di una carica di quasi 2 kg di esplosivo al plastico. L' arma, che ha una gittata di 1 km e puo' perforare ben 25 cm di acciaio omogeneo, e' stata ritrovata in un garage di Altamura, nell' entroterra barese a pochi km da Gravina. Le persone che avevano in dotazione il locale, Salvatore Loporcaro, 27 anni, con precedenti penali, e Michele Facendola, 24, incensurato, entrambi di Altamura, sono stati arrestati con l' accusa di detenzione illegale di armi da guerra. Top secret il nome del pentito autore della clamorosa rivelazione, che tuttavia e' stato "identificato" in Clemente Leone, in soggiorno obbligato da 15 anni in Puglia, l' unico siciliano tra le 15 persone arrestate il 28 luglio scorso nell' ambito dell' operazione "Murgia libera". Il pentito si trova ora in una localita' segreta, sotto la protezione dell' antimafia. Per il momento, resta oscuro il movente del presunto progetto di attentato a Tatarella. Si sa soltanto, sempre per bocca del pentito, che a volerlo sarebbero stati alcuni misteriosi esponenti della malavita pugliese. L' attentato sarebbe "saltato" a causa di problemi interni all' organizzazione malavitosa. Anche Tatarella e' stato sentito dagli investigatori, i quali, secondo le solite "soffiate" corroborate da assenza di smentite, avrebbe fornito indicazioni utili a far luce su una vicenda ancora poco chiara ed esplosa come un fulmine a ciel sereno. E che per questo, ha affermato il sostituto Leonardo Rinella, della Procura distrettuale antimafia, non doveva essere divulgata. Rinella si e' detto molto contrariato per quello che da alcuni e' stato definito uno "scoop a tempo", ed ha aperto un procedimento a carico del cronista della Gazzetta per rivelazione e utilizzazione del segreto d' ufficio e indebita pubblicazione di notizie concernenti un procedimento penale. Tatarella, ieri sera, appariva sereno: "Confido nel lavoro dei magistrati". Il numero due di An non ha voluto commentare le parole di Massimo Brutti, presidente del Comitato di controllo sui servizi segreti, anch' egli a Gravina per la chiusura, dalla parte avversa, della campagna elettorale. "Sarebbe bene, proprio prendendo spunto da questa vicenda . ha detto Brutti ., che Tatarella adesso spiegasse ai suoi alleati che l' attacco ai pentiti e ai giudici da parte della destra e' una cosa da irresponsabili".
Vulpio Carlo
Pagina 13
(18 novembre 1995) - Corriere della Sera
... See MoreSee Less

3 months ago
QUANDO LA MAFIA VOLEVA UCCIDERE PINUCCIO TATARELLA
L attentato commissionato un anno fa, quando il numero due di An era vicepresidente del Consiglio nel governo Berlusconi
Un lanciagranate per uccidere Tatarella
Dopo le rivelazioni di un pentito, trovate in Puglia armi da guerra : avrebbero potuto polverizzare l onorevole

Ha chiuso la campagna elettorale per l elezione del sindaco in piazza della Repubblica senza alcun accenno all attentato che sarebbe stato progettato contro di lui un anno fa, quando era vicepresidente del Consiglio nel governo Berlusconi. Giuseppe Pinuccio Tatarella, secondo le confidenze di un pregiudicato in soggiorno obbligato proprio a Gravina di Puglia, affiliato al clan mafioso dei Santapaola e poi divenuto collaboratore di giustizia, doveva essere eliminato con un lanciarazzi durante uno dei suoi frequenti viaggi in Puglia. La notizia, apparsa ieri sulla Gazzetta del Mezzogiorno, e stata confermata dalla questura di Bari. A rendere verosimile il progetto di un attentato a Tatarella, il ritrovamento dell arma che avrebbe dovuto incenerirlo: un lanciagranate di fabbricazione sovietica utilizzato in Vietnam e in Afghanistan, e ben 5 granate razzo, ciascuna delle quali dotata di una carica di quasi 2 kg di esplosivo al plastico. L arma, che ha una gittata di 1 km e puo perforare ben 25 cm di acciaio omogeneo, e stata ritrovata in un garage di Altamura, nell entroterra barese a pochi km da Gravina. Le persone che avevano in dotazione il locale, Salvatore Loporcaro, 27 anni, con precedenti penali, e Michele Facendola, 24, incensurato, entrambi di Altamura, sono stati arrestati con l accusa di detenzione illegale di armi da guerra. Top secret il nome del pentito autore della clamorosa rivelazione, che tuttavia e stato identificato in Clemente Leone, in soggiorno obbligato da 15 anni in Puglia, l unico siciliano tra le 15 persone arrestate il 28 luglio scorso nell ambito dell operazione Murgia libera. Il pentito si trova ora in una localita segreta, sotto la protezione dell antimafia. Per il momento, resta oscuro il movente del presunto progetto di attentato a Tatarella. Si sa soltanto, sempre per bocca del pentito, che a volerlo sarebbero stati alcuni misteriosi esponenti della malavita pugliese. L attentato sarebbe saltato a causa di problemi interni all organizzazione malavitosa. Anche Tatarella e stato sentito dagli investigatori, i quali, secondo le solite soffiate corroborate da assenza di smentite, avrebbe fornito indicazioni utili a far luce su una vicenda ancora poco chiara ed esplosa come un fulmine a ciel sereno. E che per questo, ha affermato il sostituto Leonardo Rinella, della Procura distrettuale antimafia, non doveva essere divulgata. Rinella si e detto molto contrariato per quello che da alcuni e stato definito uno scoop a tempo, ed ha aperto un procedimento a carico del cronista della Gazzetta per rivelazione e utilizzazione del segreto d ufficio e indebita pubblicazione di notizie concernenti un procedimento penale. Tatarella, ieri sera, appariva sereno: Confido nel lavoro dei magistrati. Il numero due di An non ha voluto commentare le parole di Massimo Brutti, presidente del Comitato di controllo sui servizi segreti, anch egli a Gravina per la chiusura, dalla parte avversa, della campagna elettorale. Sarebbe bene, proprio prendendo spunto da questa vicenda . ha detto Brutti ., che Tatarella adesso spiegasse ai suoi alleati che l attacco ai pentiti e ai giudici da parte della destra e una cosa da irresponsabili.
Vulpio Carlo
Pagina 13
(18 novembre 1995) - Corriere della Sera

Comment on Facebook

@follower @fan più attivi

Ricordo benissimo quel periodo e questo articolo

👏❤️🇮🇹.

💚🤍❤

👍🇮🇹

😱

View more comments

Tantissima gente ieri sera anche a Santeramo in Colle (Ba) in occasione della presentazione n.101 del libro "La destra verso il futuro". La nostra missione: valorizzare e raccontare la nostra storia🇮🇹
#destra #Fratelliditalia #Msi #AlleanzaNazionale #Meloni #Tatarella #notizie #politica #buongiorno
... See MoreSee Less

3 months ago

📺Questa sera, dalle ore 23.00, il vice presidente della Fondazione Fabrizio Tatarella sarà ospite di RaiNews24 per parlare di Bari e dei principali argomenti di politica. 🇮🇹

#Bari #politica #Meloni #Tatarella
... See MoreSee Less

3 months ago
📺Questa sera, dalle ore 23.00, il vice presidente della Fondazione Fabrizio Tatarella sarà ospite di RaiNews24 per parlare di Bari e dei principali argomenti di politica. 🇮🇹

#Bari #politica #Meloni #Tatarella

🔵Le immagini dell’evento di ieri sera, che ha ospitato l’assessore alla Cultura di Barletta Oronzo Cilli, autore de “La guida completa di Tolkien” e il consigliere comunale Stella Mele, introdotti dal vice presidente della Fondazione Fabrizio Tatarella e moderati dal giornalista Manlio Triggiani.
Grazie ai prestigiosi ospiti e al pubblico presente.

#eventi #cultura #bari #puglia #fondazionetatarella
... See MoreSee Less

3 months ago

Comment on Facebook

@follower

Bellissima s erat!! Grazie per tutto!

Bella presentazione, analitica e di contenuto. Complimenti ai relatori. 👍

Sempre grandi eventi e gente di spessore alla Fondazione Tatarella chapeau

👏❤️🇮🇹😘.

View more comments

🔜Presentazione del libro di Oronzo Cilli, in diretta dalla bilioteca della Fondazione Tatarella.
Incontri d’Autore: “La guida completa di Tolkien” , con l’autore, Stella Mele e Fabrizio Tatarella, moderati dal giornalista Manlio Triggiani.
... See MoreSee Less

3 months ago

Comment on Facebook

Buongiorno! Un saluto a Oronzo! 😊

Assolutamente d'accordo!

Buondì!

Spiace non esserci. Un cordiale ed identitario saluto a tutti da Altamura. Le radici profonde non gelano mai !

altre menti ed altre mani...

View more comments

🔴 OGGI 4 APRILE | ore 18.00
📍Fondazione Tatarella

📘Incontri d’Autore: “La guida completa di Tolkien” di Oronzo Cilli

🔹Con Oronzo Cilli, Stella Mele, Fabrizio Tatarella e Manlio Triggiani.

🔸Ingresso libero.
... See MoreSee Less

3 months ago
🔴 OGGI 4 APRILE | ore 18.00
📍Fondazione Tatarella

📘Incontri d’Autore: “La guida completa di Tolkien” di Oronzo Cilli 

🔹Con Oronzo Cilli, Stella Mele, Fabrizio Tatarella e Manlio Triggiani.

🔸Ingresso libero.

Comment on Facebook

@follower

👏❤️😘🇮🇹.

Auguri di una Santa, serena e felice Pasqua a tutti Voi. 🕊️ ... See MoreSee Less

3 months ago
Auguri di una Santa, serena e felice Pasqua a tutti Voi. 🕊️

Comment on Facebook

@follower

Grazie e ricambio !!!

Auguri, Buona Pasqua

Buona Pasqua

Grazie ricambio con affetto . 💝🕊😘

Auguri di Buona Pasqua

Buona pasqua a tutti voi

Auguri di buona Pasqua.

Buona Pasqua!!

Santa Pasqua a tutti!

Carissimi Auguri , una grande Fondazione

Serena Pasqua a tutti

Buona Pasqua, Fabrizio! A tutti voi 😊

Buona Pasqua a tutti!

Auguri!!!!!

Buona Pasqua

Buona Pasqua.

Buona Pasqua!

Buona Pasqua

Serena Pasqua 🐣

Buona Pasqua a tutti

Buona Pasqua

View more comments

⚫️ È scomparso Simeone Di Cagno Abbrescia, il primo Sindaco di Bari eletto direttamente dai baresi.
Fu voluto da Pinuccio Tatarella nel 1995 per portare la destra al governo del capoluogo di Regione, e con lui cominciò la stagione della destra al governo della città di Bari. Simeone fu rieletto Sindaco nel 1999, e Salvatore Tatarella fu il suo ultimo vice sindaco nel 2004.
Ci uniamo al dolore dei familiari a cui esprimiamo le nostre più sentite condoglianze.

Ciao Simeone. Riposa in pace.

#simeonedicagnoabbrescia
... See MoreSee Less

3 months ago
⚫️ È scomparso Simeone Di Cagno Abbrescia, il primo Sindaco di Bari eletto direttamente dai baresi. 
Fu voluto da Pinuccio Tatarella nel 1995 per portare la destra al governo del capoluogo di Regione, e con lui cominciò la stagione della destra al governo della città di Bari. Simeone fu rieletto Sindaco nel 1999, e Salvatore Tatarella fu il suo ultimo vice sindaco nel 2004. 
Ci uniamo al dolore dei familiari a cui esprimiamo le nostre più sentite condoglianze. 

Ciao Simeone. Riposa in pace. 

#simeonedicagnoabbresciaImage attachment

Comment on Facebook

Per quello di cui ho memoria, 'IL' sindaco di Bari. Ha restituito (lui sì, non altri che se ne sono attribuiti la titolarità) alla città il centro storico, sistemato il lungomare con marciapiedi e muretti fino a San Giorgio (fino a quel momento terra di nessuno con erbacce, prostitute e margini inesistenti) e "creato" donadoni a noi cittadini Pane e Pomodoro e Torre Quetta. Onesto, trasparente, gentile e "signore" come ha dimostrato in più di una occasione. Un orgoglio sentirlo parlare, con quei modi eleganti e non terra terra e cafoni/strafottenti/esibizionista come altri. Mi dispiace, una gran perdita. Condoglianze alla famiglia.

🙏🏼RIP

R.I.P.🙏 il migliore Sindaco di Bari. Buon viaggio.

❤️

Un grande Sindaco

View more comments

🔴PROSSIMO EVENTO
📌4 APRILE | ore 18.00
📍Fondazione Tatarella

📘“La guida completa di Tolkien” di Oronzo Cilli

Nell’ambito della rassegna “Incontri d’Autore”, la Fondazione Tatarella ospiterà a Bari l’assessore alla cultura di Barletta Oronzo Cilli, autore de “La guida completa al mondo di Tolkien”, giovedì 4 aprile p.v., alle ore 18.00, alla biblioteca della Fondazione in via Piccinni, 97.
La guida, edita da Vallardi, conduce i lettori in un viaggio nella vita e nel mondo fantastico dello scrittore inglese più amato di sempre.
Non una semplice biografia, ma un approfondimento su aneddoti e curiosità mai raccontati sul creatore degli Hobbit: vita e curiosità su personaggi tolkieniani, film e fumetti, curiosità e notizie dal set, l’invenzione degli idiomi che influenzerà tutta la letteratura fantastica a venire , e tanto altro ancora.
Un viaggio attraverso i luoghi più significativi per lo scrittore e il suo mondo. Dall’Inghilterra alla Nuova Zelanda, fino all’Italia.
Con l’autore, il vice presidente della Fondazione @Fabrizio TatarellaFabrizio Tatarella e il consigliere comunale STELLA MELE, moderati dal giornalista #Manlio #Triggiani.

L’ingresso è libero.

Biografia

Oronzo Cilli, classe 1977, Assessore alla Cultura del Comune di Barletta, è membro della Tolkien Society inglese e presidente dell’associazione Collezionisti Tolkieniani Italiani. Considerato tra i più importanti collezionisti al mondo di libri di e su Tolkien, è uno studioso e conferenziere di fama internazionale.
Nel 2004 ha curato la seconda edizione italiana de Lo Hobbit, annotato (Bompiani), e i suoi articoli sono stati tradotti in inglese, francese, portoghese, esperanto e giapponese. Autore di numerosi volumi sullo scrittore inglese e curatore del noto blog italiano “Tolkieniano Collection”, uno dei siti tolkieniani italiani più cliccati, nel 2019 ha pubblicato Tolkien’s Library: An Annotated Checklist (Luna Press).
Con questo titolo ha vinto il Best Book ai Tolkien Society Awards 2020 (la prima volta per un italiano) ed è stato inserito tra i cinque finalisti ai Mythopoeic Awards 2021 statunitensi, il più importante riconoscimento per autori di opere eccellenti nei campi del mito, della fantasia e dello studio accademico.

#bari #eventi #cultura #libri #puglia #tolkien #orinzocilli #fondazionetatarella
... See MoreSee Less

3 months ago
🔴PROSSIMO EVENTO 
📌4 APRILE | ore 18.00 
📍Fondazione Tatarella

📘“La guida completa di Tolkien” di Oronzo Cilli 

Nell’ambito della rassegna “Incontri d’Autore”, la Fondazione Tatarella ospiterà a Bari l’assessore alla cultura di Barletta Oronzo Cilli, autore de “La guida completa al mondo di Tolkien”, giovedì 4 aprile p.v., alle ore 18.00, alla biblioteca della Fondazione in via Piccinni, 97. 
La guida, edita da Vallardi, conduce i lettori in un viaggio nella vita e nel mondo fantastico dello scrittore inglese più amato di sempre. 
Non una semplice biografia, ma un approfondimento su aneddoti e curiosità mai raccontati sul creatore degli Hobbit: vita e curiosità su personaggi tolkieniani, film e fumetti, curiosità e notizie dal set, l’invenzione degli idiomi che influenzerà tutta la letteratura fantastica a venire , e tanto altro ancora. 
Un viaggio attraverso i luoghi più significativi per lo scrittore e il suo mondo. Dall’Inghilterra alla Nuova Zelanda, fino all’Italia. 
Con l’autore, il vice presidente della Fondazione @Fabrizio TatarellaFabrizio Tatarella e il consigliere comunale STELLA MELE, moderati dal giornalista #Manlio #Triggiani.

L’ingresso è libero. 

Biografia 

Oronzo Cilli, classe 1977, Assessore alla Cultura del Comune di Barletta, è membro della Tolkien Society inglese e presidente dell’associazione Collezionisti Tolkieniani Italiani. Considerato tra i più importanti collezionisti al mondo di libri di e su Tolkien, è uno studioso e conferenziere di fama internazionale. 
Nel 2004 ha curato la seconda edizione italiana de Lo Hobbit, annotato (Bompiani), e i suoi articoli sono stati tradotti in inglese, francese, portoghese, esperanto e giapponese. Autore di numerosi volumi sullo scrittore inglese e curatore del noto blog italiano “Tolkieniano Collection”, uno dei siti tolkieniani italiani più cliccati, nel 2019 ha pubblicato Tolkien’s Library: An Annotated Checklist (Luna Press). 
Con questo titolo ha vinto il Best Book ai Tolkien Society Awards 2020 (la prima volta per un italiano) ed è stato inserito tra i cinque finalisti ai Mythopoeic Awards 2021 statunitensi, il più importante riconoscimento per autori di opere eccellenti nei campi del mito, della fantasia e dello studio accademico.

#bari #eventi #cultura #libri #puglia #tolkien #orinzocilli #fondazionetatarella

Le prime elezioni europee si sono svolte il 10 giugno 1979.
Il Msi conquistò il 5,45 % eleggendo 4 eurodeputati. Al Sud con il Segretario del Msi Giorgio Almirante capolista si candida un giovane Pinuccio Tatarella che raccolse 74.405 preferenze.
(Archivio Fondazione Tatarella) #Tatarella #politica #politicaitaliana #oggi #puglia #notizie #sud #followers
... See MoreSee Less

3 months ago
Le prime elezioni europee si sono svolte il 10 giugno 1979.
Il Msi conquistò il 5,45 % eleggendo 4 eurodeputati. Al Sud con il Segretario del Msi Giorgio Almirante capolista si candida un giovane Pinuccio Tatarella che raccolse 74.405 preferenze.
(Archivio Fondazione Tatarella) #Tatarella #politica #politicaitaliana #oggi #puglia #notizie #sud #followers

Comment on Facebook

@follower

Adesso tocca al nuovo Giovane Tatarella

La mia prima volta al voto.......Giorgio Almirante....

Il Fascismo non fu mai di destra. Fu il vero socialismo applicato su scala nazionale. Tutto il resto è fuffa e inganno per gli elettori

Io ricordo che nel 1979 alle prime elezioni europee ho votato numero 1 e numero 2 ovvero Almirante e Nino Tripodi che fu eletto

👏❤️🇮🇹.

💚🤍❤

🤩

View more comments

In due anni sono state oltre 100 le presentazioni in giro per l'Italia del libro inedito di Pinuccio Tatarella "La destra verso il futuro" con prefazione del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni . Un grazie a Fabrizio Tatarella, instancabile nel raccontare la storia della destra italiana, valorizzandone la cultura. ... See MoreSee Less

3 months ago
In due anni sono state oltre 100 le presentazioni in giro per lItalia del libro inedito di Pinuccio Tatarella La destra verso il futuro con prefazione del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni . Un grazie a Fabrizio Tatarella, instancabile nel raccontare la storia della destra italiana, valorizzandone la cultura.

🔵 La Fondazione compie 12 anni

Oggi di 12 anni fa nasceva la Fondazione Tatarella dopo un lavoro incessante e appassionato di Salvatore Tatarella, spinto dall'amore per la politica, per la cultura e per suo fratello #Pinuccio.
Due anni dopo si affiancava la biblioteca, con diecimila volumi e un archivio storico della destra, unico in Italia.
Con i suoi sforzi e i suoi esempi abbiamo compiuto un cammino ricco di libri, autori prestigiosi e persone uniche che hanno contribuito alla realizzazione di un sogno.
Continueremo nel loro esempio e nel loro ricordo.
Grazie, Salvatore,
Grazie a tutti Voi.
... See MoreSee Less

3 months ago
🔵 La Fondazione compie 12 anni 

Oggi di 12 anni fa nasceva la Fondazione Tatarella dopo un lavoro incessante e appassionato di Salvatore Tatarella, spinto dallamore per la politica, per la cultura e per suo fratello #Pinuccio. 
Due anni dopo si affiancava la biblioteca, con diecimila volumi e un archivio storico della destra, unico in Italia. 
Con i suoi sforzi e i suoi esempi abbiamo compiuto un cammino ricco di libri, autori prestigiosi e persone uniche che hanno contribuito alla realizzazione di un sogno.
Continueremo nel loro esempio e nel loro ricordo. 
Grazie, Salvatore, 
Grazie a tutti Voi.

Comment on Facebook

@follower

Auguri alla fondazione Tatarella, patrimonio della cultura politica italiana.

🩵

👏🏻auguri

Tantissimi Cari Auguri.

Un grande in bocca al lupo alla fondazione Tatarella e tanti auguri,mio padre amico di Pinuccio e Salvatore

Buon Cammino ...Auguri

Auguri

Tantissimi cari auguri, alla fondazione. Indimenticabile Pinuccio Tatarella, grande amico di mio marito Oronzo Ostacolo. Qui a Ceglie Messapica abbiamo Via Tatarella. Ora sicuramente sono insieme. 🙏

Auguri sempre 💪

Auguri di cuore

Tanti Auguri !

Auguri...io cerco qualche articolo su mio padre Cataldo Pierri il 20 settembre 2024 ricorre il centenario della sua nascita

Tanti auguri.

View more comments

A tutti Voi, un sincero augurio di Pace. 🌿🕊️ ... See MoreSee Less

3 months ago
A tutti Voi, un sincero augurio di Pace. 🌿🕊️

Comment on Facebook

Buona Domenica delle Palme.

❤️🙏.

🌿🕊Osanna al Figlio di David🌿🕊

Buone palme a tutti

Ipocriti. L’Italia di Giorgia è il paese che spenderà più soldi in guerra. Conflitto di interessi Crosetto. C’è un tal ministro Piantedosi che manganella studenti e lascia morire innocenti in mare. Alle feste di Capodanno si va con le pistole. Che ipocrisia. Ma in fondo i Tatarella sono stati alleati del pluripregiudicato dell’Utri. Metta sindaco sciolto per mafia a Cerignola era un Missino. Quindi ipocrisia allo stato puro.

View more comments

📸 Le immagini del convegno MARZO 1994/MARZO 2024: A TRENT’ANNI DALLA NASCITA DEL CENTRODESTRA IN ITALIA. Dal primo governo Berlusconi a Giorgia Meloni”, con Luca Ciriani, Ministro per i rapporti con il Parlamento, Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia,
Filippo Melchiorre, Senatore di Fratelli d’Italia, Maurizio Gasparri, Presidente Gruppo Forza Italia al Senato, Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia, #Andrea #Ungari, docente di Storia Contemporanea Università G. Marconi di Roma e Fabrizio Tatarella, vice presidente della Fondazione Tatarella, moderati dal giornalista #Michele #Cozzi.

#storiacentrodestra #convegno #bari #puglia #politica #attualità
... See MoreSee Less

3 months ago

Comment on Facebook

@follower

Tatarella é un nome ETERNO👏👏👏👏

Non facciamoci intimorire dalle piazze...

Cortesemente non fate girare nella bara il grande PINUCCIO TATARELLA

🇮🇹Visita istituzionale del Ministro per i rapporti con il Parlamento Luca Ciriani

Questa mattina, nella sede della Fondazione Tatarella, il Ministro Ciriani ha visitato la sede della Fondazione Tatarella, l’archivio storico della destra italiana e l’emeroteca, con il vice presidente Fabrizio Tatarella.
In occasione del convegno “A 30 anni dalla nascita del centro destra” svolto ieri, il Ministro ha ricordato Pinuccio e Salvatore Tatarella evidenziando che “dobbiamo molto al loro impegno e alla nostra storia, senza la quale non saremmo dove siamo oggi”.

Ringraziamo il Ministro Ciriani per la sua disponibilità e il suo prezioso contributo.

#Lucaciriani #fabriziotatarella #storia #destra #politica #attualità #fondazionetatarella #bari #puglia #italia
... See MoreSee Less

3 months ago

Comment on Facebook

@follower

Se non esce subito il candidato sindaco, faremo realmente una brutta figura!!! Muoviamoci

Un ministro anonimo! Tanto decide tutto Giorgia e family. Per fermate treno chieda a Lollobrigida

Convegno organizzato dalla Fondazione Tatarella a Bari. ... See MoreSee Less

3 months ago

Comment on Facebook

Fabrizio Tatarella l audio è molto disturbato

🔴 OGGI A Mercure Villa Romanazzi Carducci | ore 18.00

📌MARZO 1994/MARZO 2024: A TRENT’ANNI DALLA NASCITA DEL CENTRODESTRA IN ITALIA
La Fondazione Tatarella ricorda la prima storica vittoria del centrodestra del marzo 1994

“A 30 anni dalla nascita del centrodestra in Italia. Dal primo governo Berlusconi a Giorgia Meloni” è il titolo convegno promosso dalla Fondazione Tatarella previsto venerdì 22 marzo 2024 alle ore 18.00, a Villa Romanazzi Carducci, realizzato con il contributo concesso dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura.
All’evento interverranno Fabrizio Tatarella, Vicepresidente della Fondazione Tatarella, gli storici #Giuseppe #Parlato, Presidente della Fondazione Spirito De Felice e #Andrea #Ungari, docente di Storia Contemporanea Università G. Marconi di Roma, Filippo Melchiorre, Senatore di Fratelli d’Italia, Maurizio Gasparri, Presidente Gruppo Forza Italia al Senato, Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia, Luca Ciriani, Ministro per i rapporti con il Parlamento.
Il convegno sarà moderato dal giornalista #Michele #Cozzi.

🟩 L’ingresso è libero.
... See MoreSee Less

3 months ago
🔴 OGGI A Mercure Villa Romanazzi Carducci | ore 18.00 

📌MARZO 1994/MARZO 2024: A TRENT’ANNI DALLA NASCITA DEL CENTRODESTRA IN ITALIA
La Fondazione Tatarella ricorda la prima storica vittoria del centrodestra del marzo 1994
 
“A 30 anni dalla nascita del centrodestra in Italia. Dal primo governo Berlusconi a Giorgia Meloni” è il titolo convegno promosso dalla Fondazione Tatarella previsto venerdì 22 marzo 2024 alle ore 18.00, a Villa Romanazzi Carducci, realizzato con il contributo concesso dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura.
All’evento interverranno Fabrizio Tatarella, Vicepresidente della Fondazione Tatarella, gli storici #Giuseppe #Parlato, Presidente della Fondazione Spirito De Felice e #Andrea #Ungari, docente di Storia Contemporanea Università G. Marconi di Roma, Filippo Melchiorre, Senatore di Fratelli d’Italia, Maurizio Gasparri, Presidente Gruppo Forza Italia al Senato, Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia, Luca Ciriani, Ministro per i rapporti con il Parlamento. 
Il convegno sarà moderato dal giornalista #Michele #Cozzi. 
 
🟩 L’ingresso è libero.

Comment on Facebook

@follower

👏❤️🇮🇹.

Gasparri...ahahahahaha

View more comments

📺 Questa sera, dalle ore 23.00, il vice presidente Fabrizio Tatarella sarà ospite di RaiNews24 per commentare le principali notizie del giorno.

#politica #rassegnastampa
... See MoreSee Less

3 months ago
📺 Questa sera, dalle ore 23.00, il vice presidente Fabrizio Tatarella sarà ospite di RaiNews24 per commentare le principali notizie del giorno.

#attualità #politica #rassegnastampa

Comment on Facebook

@follower

👍👍👍👍.

Ha preparato il faldone ma bisogna stare attenti alla veridicità del contenuto. " I documenti originali della Cassa prestanza sono spariti!"

Mo mo vedete LA7, dove sta Decaro che sta a fare una figura di……!!!

🔴PROSSIMO EVENTO
📌Venerdì 22 marzo | ore 18.00
📍 Mercure Villa Romanazzi Carducci

MARZO 1994/MARZO 2024: A TRENT’ANNI DALLA NASCITA DEL CENTRODESTRA IN ITALIA

La Fondazione Tatarella ricorda la prima storica vittoria del centrodestra del marzo 1994

“A 30 anni dalla nascita del centrodestra in Italia. Dal primo governo Berlusconi a Giorgia Meloni” è il titolo convegno promosso dalla Fondazione Tatarella previsto venerdì 22 marzo 2024 alle ore 18.00, a Villa Romanazzi Carducci, realizzato con il contributo concesso dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura.
Nel 1992 in Italia si verificò una grave crisi politica ed istituzionale, conseguenza dello scandalo di Tangentopoli, con la relativa inchiesta giudiziaria di “Mani pulite”, e delle stragi di mafia che portarono agli attentati ai magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.
Le elezioni politiche del 1994 si tennero con un nuovo sistema di voto che prese il nome di “Mattarellum”, dal nome dell’attuale Capo dello Stato.
La legge prevedeva per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica un sistema elettorale misto: maggioritario a turno unico per la ripartizione del 75% dei seggi parlamentari e, per il rimanente 25% dei seggi, al recupero proporzionale dei più votati non eletti per il Senato (attraverso un meccanismo di calcolo denominato «scorporo») e al proporzionale con liste bloccate e sbarramento del 4% alla Camera. Il territorio nazionale venne suddiviso in 475 collegi uninominali per la Camera e in 232 per il Senato che eleggevano ciascuno un parlamentare con metodo maggioritario a turno unico. I rimanenti seggi (25%) erano invece assegnati con un metodo proporzionale.
Tutti questi cambiamenti ebbero una tale portata storica che si arrivò a parlare del passaggio dalla «Prima Repubblica» ad una «Seconda Repubblica».
Le elezioni politiche in Italia del 1994 per il rinnovo dei due rami del Parlamento italiano - che si tennero domenica 27 e lunedì 28 marzo 1994 – videro per la prima volta in Italia la vittoria di una coalizione di centrodestra che poteva contare sui seggi di Forza Italia (107 alla Camera, 34 al Senato), Alleanza Nazionale (109 alla Camera, 32 al Senato), Lega (117 alla Camera, 60 al Senato), Ccd (27 alla Camera, 12 al Senato), Lista Pannella (6 alla Camera e 2 al Senato).
Il 10 maggio 1994 si formava il governo di centrodestra presieduto da Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, affiancato da Pinuccio Tatarella, Vicepresidente del Consiglio dei ministri vicario, espressione del Movimento Sociale italiano, il primo missino nella storia a presiedere un Consiglio dei ministri.
Dopo le accuse e le polemiche sul ritorno del fascismo, fu proprio Pinuccio Tatarella a prevedere una destra democratica con la successiva storica svolta di Fiuggi e la nascita di Alleanza Nazionale (1995), la prima forza di destra moderna, europea, di governo italiana che chiudeva definitivamente i conti con il passato, consegnando per sempre alla storia fascismo e comunismo, antifascismo e anticomunismo.
A trent’anni dalla prima storica vittoria del centrodestra, oggi l’Italia è governata da una coalizione di destra centro con un Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, che proviene dalla storia e dalla cultura politica della destra italiana, per anni emarginata e discriminata politicamente.
Proprio quelle importanti elezioni politiche del 1994, insieme alla successiva nascita di Alleanza Nazionale, rappresentano il momento storico che permette oggi alla destra italiana di governare l’Italia.
All’evento interverranno Fabrizio Tatarella, Vicepresidente della Fondazione Tatarella, gli storici Giuseppe Parlato, Presidente della Fondazione Spirito De Felice e Andrea Ungari, docente di Storia Contemporanea Università G. Marconi di Roma, Filippo Melchiorre, Senatore di Fratelli d’Italia, Maurizio Gasparri, Presidente Gruppo Forza Italia al Senato, Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia, Luca Ciriani, Ministro per i rapporti con il Parlamento. Il convegno sarà moderato dal giornalista Michele Cozzi.

L’ingresso è libero.
... See MoreSee Less

3 months ago
🔴PROSSIMO EVENTO 
📌Venerdì 22 marzo | ore 18.00 
📍 Mercure Villa Romanazzi Carducci

MARZO 1994/MARZO 2024: A TRENT’ANNI DALLA NASCITA DEL CENTRODESTRA IN ITALIA

La Fondazione Tatarella ricorda la prima storica vittoria del centrodestra del marzo 1994
 
“A 30 anni dalla nascita del centrodestra in Italia. Dal primo governo Berlusconi a Giorgia Meloni” è il titolo convegno promosso dalla Fondazione Tatarella previsto venerdì 22 marzo 2024 alle ore 18.00, a Villa Romanazzi Carducci, realizzato con il contributo concesso dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura.
Nel 1992 in Italia si verificò una grave crisi politica ed istituzionale, conseguenza dello scandalo di Tangentopoli, con la relativa inchiesta giudiziaria di “Mani pulite”, e delle stragi di mafia che portarono agli attentati ai magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.
Le elezioni politiche del 1994 si tennero con un nuovo sistema di voto che prese il nome di “Mattarellum”, dal nome dell’attuale Capo dello Stato.
La legge prevedeva per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica un sistema elettorale misto: maggioritario a turno unico per la ripartizione del 75% dei seggi parlamentari e, per il rimanente 25% dei seggi, al recupero proporzionale dei più votati non eletti per il Senato (attraverso un meccanismo di calcolo denominato «scorporo») e al proporzionale con liste bloccate e sbarramento del 4% alla Camera. Il territorio nazionale venne suddiviso in 475 collegi uninominali per la Camera e in 232 per il Senato che eleggevano ciascuno un parlamentare con metodo maggioritario a turno unico. I rimanenti seggi (25%) erano invece assegnati con un metodo proporzionale.
Tutti questi cambiamenti ebbero una tale portata storica che si arrivò a parlare del passaggio dalla «Prima Repubblica» ad una «Seconda Repubblica».
Le elezioni politiche in Italia del 1994 per il rinnovo dei due rami del Parlamento italiano - che si tennero domenica 27 e lunedì 28 marzo 1994 – videro per la prima volta in Italia la vittoria di una coalizione di centrodestra che poteva contare sui seggi di Forza Italia (107 alla Camera, 34 al Senato), Alleanza Nazionale (109 alla Camera, 32 al Senato), Lega (117 alla Camera, 60 al Senato), Ccd (27 alla Camera, 12 al Senato), Lista Pannella (6 alla Camera e 2 al Senato).
Il 10 maggio 1994 si formava il governo di centrodestra presieduto da Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, affiancato da Pinuccio Tatarella, Vicepresidente del Consiglio dei ministri vicario, espressione del Movimento Sociale italiano, il primo missino nella storia a presiedere un Consiglio dei ministri.
Dopo le accuse e le polemiche sul ritorno del fascismo, fu proprio Pinuccio Tatarella a prevedere una destra democratica con la successiva storica svolta di Fiuggi e la nascita di Alleanza Nazionale (1995), la prima forza di destra moderna, europea, di governo italiana che chiudeva definitivamente i conti con il passato, consegnando per sempre alla storia fascismo e comunismo, antifascismo e anticomunismo.
A trent’anni dalla prima storica vittoria del centrodestra, oggi l’Italia è governata da una coalizione di destra centro con un Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, che proviene dalla storia e dalla cultura politica della destra italiana, per anni emarginata e discriminata politicamente.
Proprio quelle importanti elezioni politiche del 1994, insieme alla successiva nascita di Alleanza Nazionale, rappresentano il momento storico che permette oggi alla destra italiana di governare l’Italia.
All’evento interverranno Fabrizio Tatarella, Vicepresidente della Fondazione Tatarella, gli storici Giuseppe Parlato, Presidente della Fondazione Spirito De Felice e Andrea Ungari, docente di Storia Contemporanea Università G. Marconi di Roma, Filippo Melchiorre, Senatore di Fratelli d’Italia, Maurizio Gasparri, Presidente Gruppo Forza Italia al Senato, Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia, Luca Ciriani, Ministro per i rapporti con il Parlamento. Il convegno sarà moderato dal giornalista Michele Cozzi.
 
L’ingresso è libero.

Comment on Facebook

@follower

❤️😘🇮🇹.

❤️🇮🇹

🇮🇹

🔵I PROSSIMI APPUNTAMENTI DELLA FONDAZIONE TATARELLA

🔴Venerdì 22 MARZO | ORE 18.00
📍BARI | Mercure Villa Romanazzi Carducci ~ Sala Giulia Centre
📌Convegno “MARZO 1994/MARZO 2024: A TRENT’ANNI DALLA NASCITA DEL CENTRODESTRA IN ITALIA: Dal primo Governo di Silvio Berlusconi a Giorgia Meloni”.

🔴Giovedì 4 APRILE | ORE 18.00
📍BARI | Fondazione Tatarella
📘”GUIDA COMPLETA AL MONDO DI TOLKIEN”, di Oronzo Cilli

🔴 Giovedì 11 APRILE | ore 18.00
📍BARI | Fondazione Tatarella
📘 “CONSERVATORI”, di @MARCO INVERNIZZI e OSCAR SANGUINETTI

🔴Venerdì 10 MAGGIO | ore 18.00
📍 BARI | Fondazione Tatarella
📌Convegno “LA DESTRA ITALIANA
AL PARLAMENTO EUROPEO”

🔴Venerdì 17 MAGGIO | ore 18.00
📍 BARI | Fondazione Tatarella
📘”FOLLIE ECOLOGISTE”, di Francesco Giubilei.

Tutti gli ingressi sono liberi.
... See MoreSee Less

3 months ago
🔵I PROSSIMI APPUNTAMENTI DELLA FONDAZIONE TATARELLA 

🔴Venerdì 22 MARZO | ORE 18.00
📍BARI | Mercure Villa Romanazzi Carducci ~ Sala Giulia Centre 
📌Convegno “MARZO 1994/MARZO 2024: A TRENT’ANNI DALLA NASCITA DEL CENTRODESTRA IN ITALIA: Dal primo Governo di Silvio Berlusconi a Giorgia Meloni”.

🔴Giovedì 4 APRILE | ORE 18.00
📍BARI | Fondazione Tatarella
📘”GUIDA COMPLETA AL MONDO DI TOLKIEN”, di Oronzo Cilli

🔴 Giovedì 11 APRILE | ore 18.00 
📍BARI | Fondazione Tatarella 
📘 “CONSERVATORI”, di @MARCO INVERNIZZI e OSCAR SANGUINETTI

🔴Venerdì 10 MAGGIO | ore 18.00
📍 BARI | Fondazione Tatarella
📌Convegno “LA DESTRA ITALIANA
AL PARLAMENTO EUROPEO” 

🔴Venerdì 17 MAGGIO | ore 18.00 
📍 BARI | Fondazione Tatarella
📘”FOLLIE ECOLOGISTE”, di Francesco Giubilei.

Tutti gli ingressi sono liberi.

Comment on Facebook

@follower

👏❤️😘🇮🇹.

🔴 Prossimo evento
22 marzo | ore 18.00 | Mercure Villa Romanazzi Carducci

📌MARZO 1994/MARZO 2024: A TRENT’ANNI DALLA NASCITA DEL CENTRODESTRA IN ITALIA

Dal primo governo di centrodestra con Silvio Berlusconi a Giorgia Meloni.

Le elezioni politiche in Italia del 1994 per il rinnovo dei due rami del Parlamento italiano, che si tennero domenica 27 e lunedì 28 marzo 1994, portarono alla nascita del primo governo di centrodestra presieduto da Silvio Berlusconi. Si votò con un nuovo sistema elettorale, in due giornate, per venire incontro alle richieste delle comunità ebraiche, che il 27 celebravano la Pasqua. Queste elezioni politiche arrivarono dopo alcuni eventi che avevano modificato significativamente il quadro politico italiano. Gli avvenimenti storici dei primi anni Novanta suscitarono una profonda ridefinizione dei riferimenti identitari di cui i soggetti politici erano portavoce: ciò implicò spinte di rinnovamento sia nelle forze di sinistra che in quelle tendenzialmente moderate.
Nel 1992 e nel 1993 si era verificata una grave crisi della politica italiana, conseguenza dello scandalo di Tangentopoli e della relativa inchiesta giudiziaria (Mani pulite): la notizia di gravi fatti di corruzione portò a perdite di consenso dei partiti tradizionali che, fino ad allora, avevano esercitato un ruolo predominante nella politica italiana.
Nel 1993, a seguito di un referendum, fu adottata una nuova legge elettorale, chiamata legge Mattarella: il nuovo sistema elettorale era misto maggioritario e proporzionale. Il 75% dei seggi (475 per la Camera, 232 per il Senato), assegnato tramite un sistema uninominale maggioritario a turno unico; il restante 25% dei seggi (155 per la Camera, 83 per il Senato) tramite un sistema proporzionale. Tutti questi cambiamenti ebbero una tale portata che si arrivò a parlare di «Prima Repubblica» e «Seconda Repubblica». Dopo una fase di grandi trasformazioni (diaspora socialista, diaspora socialdemocratica, diaspora liberale, diaspora democristiana, diaspora comunista, diaspora missina), i principali soggetti che delinearono il nuovo scenario politico furono: il Partito Democratico della Sinistra, prese il posto del Partito Comunista Italiano, il Partito Popolare Italiano, dalle ceneri della Democrazia Cristiana, Forza Italia, che coagulò attorno alla figura di Silvio Berlusconi significative porzioni di elettorato liberale, socialista e democristiano, ricollocandolo nell’ambito del centro-destra e Alleanza Nazionale, che comprendeva il Movimento Sociale Italiano ed esponenti di Destra.
Le elezioni vedono, per la prima volta, la vittoria di Silvio Berlusconi e della coalizione di centrodestra, sulle due coalizioni di centro e di sinistra.
Il 10 maggio 1994 si formò un Governo presieduto da Silvio Berlusconi e il primo Vicepresidente del Consiglio dei ministri vicario era Pinuccio Tatarella, padre della destra democratica e precursore il primo missino a presiedere
A trent’anni dalla nascita di un governo di centrodestra oggi l’Italia è governata da una coalizione di destra centro con Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, una donna che proviene dalla storia e dalla cultura politica della destra italiana, per anni emarginata politicamente.

🔴 Bari - venerdì 22 marzo 2023
📍Villa Romanazzi Carducci ore 18.00

Saluti

Fabrizio Tatarella Vicepresidente della Fondazione Tatarella

Intervengono

Andrea Ungari Professore Storia contemporanea Università G. Marconi

Giuseppe Parlato storico Presidente Fondazione Spirito De Felice

Filippo Melchiorre Senatore Fratelli d’Italia

Maurizio Gasparri Presidente Gruppo Forza Italia al Senato

Francesco Paolo Sisto Viceministro della Giustizia

Luca Ciriani Ministro per i rapporti con il Parlamento

Modera

Michele Cozzi, giornalista e scrittore

🟢Ingresso libero.
... See MoreSee Less

3 months ago
🔴 Prossimo evento 
22 marzo | ore 18.00 | Mercure Villa Romanazzi Carducci

📌MARZO 1994/MARZO 2024: A TRENT’ANNI DALLA NASCITA DEL CENTRODESTRA IN ITALIA

Dal primo governo di centrodestra con Silvio Berlusconi a Giorgia Meloni.

Le elezioni politiche in Italia del 1994 per il rinnovo dei due rami del Parlamento italiano, che si tennero domenica 27 e lunedì 28 marzo 1994, portarono alla nascita del primo governo di centrodestra presieduto da Silvio Berlusconi. Si votò con un nuovo sistema elettorale, in due giornate, per venire incontro alle richieste delle comunità ebraiche, che il 27 celebravano la Pasqua. Queste elezioni politiche arrivarono dopo alcuni eventi che avevano modificato significativamente il quadro politico italiano. Gli avvenimenti storici dei primi anni Novanta suscitarono una profonda ridefinizione dei riferimenti identitari di cui i soggetti politici erano portavoce: ciò implicò spinte di rinnovamento sia nelle forze di sinistra che in quelle tendenzialmente moderate.  
Nel 1992 e nel 1993 si era verificata una grave crisi della politica italiana, conseguenza dello scandalo di Tangentopoli e della relativa inchiesta giudiziaria (Mani pulite): la notizia di gravi fatti di corruzione portò a perdite di consenso dei partiti tradizionali che, fino ad allora, avevano esercitato un ruolo predominante nella politica italiana. 
Nel 1993, a seguito di un referendum, fu adottata una nuova legge elettorale, chiamata legge Mattarella: il nuovo sistema elettorale era misto maggioritario e proporzionale. Il 75% dei seggi (475 per la Camera, 232 per il Senato), assegnato tramite un sistema uninominale maggioritario a turno unico; il restante 25% dei seggi (155 per la Camera, 83 per il Senato) tramite un sistema proporzionale. Tutti questi cambiamenti ebbero una tale portata che si arrivò a parlare di «Prima Repubblica» e «Seconda Repubblica». Dopo una fase di grandi trasformazioni (diaspora socialista, diaspora socialdemocratica, diaspora liberale, diaspora democristiana, diaspora comunista, diaspora missina), i principali soggetti che delinearono il nuovo scenario politico furono: il Partito Democratico della Sinistra, prese il posto del Partito Comunista Italiano, il Partito Popolare Italiano, dalle ceneri della Democrazia Cristiana, Forza Italia, che coagulò attorno alla figura di Silvio Berlusconi significative porzioni di elettorato liberale, socialista e democristiano, ricollocandolo nell’ambito del centro-destra e Alleanza Nazionale, che comprendeva il Movimento Sociale Italiano ed esponenti di Destra. 
Le elezioni vedono, per la prima volta, la vittoria di Silvio Berlusconi e della coalizione di centrodestra, sulle due coalizioni di centro e di sinistra. 
Il 10 maggio 1994 si formò un Governo presieduto da Silvio Berlusconi e il primo Vicepresidente del Consiglio dei ministri vicario era Pinuccio Tatarella, padre della destra democratica e precursore il primo missino a presiedere 
A trent’anni dalla nascita di un governo di centrodestra oggi l’Italia è governata da una coalizione di destra centro con Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, una donna che proviene dalla storia e dalla cultura politica della destra italiana, per anni emarginata politicamente.

🔴 Bari - venerdì 22 marzo 2023 
📍Villa Romanazzi Carducci ore 18.00

Saluti

Fabrizio Tatarella Vicepresidente della Fondazione Tatarella

Intervengono

Andrea Ungari Professore Storia contemporanea Università G. Marconi

Giuseppe Parlato storico Presidente Fondazione Spirito De Felice

Filippo Melchiorre Senatore Fratelli d’Italia

Maurizio Gasparri Presidente Gruppo Forza Italia al Senato

Francesco Paolo Sisto Viceministro della Giustizia

Luca Ciriani Ministro per i rapporti con il Parlamento

Modera

Michele Cozzi, giornalista e scrittore

🟢Ingresso libero.

Comment on Facebook

@follower

❤️🇮🇹😘.