ULTIME NEWS

20 aprile, 2018

#FONDAZIONE TATARELLA ENTRA NELL' #AICI (#ASSOCIAZIONEISTITUTICULTURAITALIANI)
Oggi pomeriggio a Roma l'Assemblea dell'Aici, presieduta dall'on. Valdo Spini, ha deliberato all'unanimità l'ingresso della Fondazione Tatarella nell'Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane.
Si tratta della più importante Associazione che comprende 104 tra Istituti e Fondazioni italiane che esercitano un ruolo importante nella promozione della cultura e nella custodia di archivi politici.
Tra le principali Fondazioni aderenti all'Aici vi sono le Fondazioni Ansaldo, Olivetti, Einaudi, De Gasperi, Matteotti, Di Vagno, Goria, Di Vittorio. Gramsci, La Malfa, Turati, Fratelli Roselli, Sturzo.
La Fondazione Tatarella, che in questi anni si è caratterizzata per una incessante attività di promozione culturale voluta dal suo fondatore, Salvatore Tatarella, oggi custodisce oltre a 30mila libri(di cui 15mila catalogati on line mediante il sistema Sbn) gli Archivi politici appartenuti a Pinuccio Tatarella, ideologo di An e fautore del centrodestra, insieme a diversi documenti e riviste della destra e del centrodestra italiano.
La Fondazione Tatarella, presieduta dal giovane editore Francesco Giubilei, è la prima Fondazione di area centrodestra che si ispira ad un uomo proveniente dalla destra politica italiana che entra nell' Aici.
... Mostra tuttoMostra meno

#FONDAZIONE TATARELLA ENTRA NELL #AICI (#ASSOCIAZIONEISTITUTICULTURAITALIANI)
Oggi pomeriggio a Roma lAssemblea dellAici, presieduta dallon. Valdo Spini, ha deliberato allunanimità lingresso della Fondazione Tatarella nellAssociazione delle Istituzioni di Cultura Italiane. 
Si tratta della più importante Associazione che comprende 104 tra Istituti e Fondazioni italiane che esercitano un ruolo importante nella promozione della cultura e nella custodia di archivi politici. 
Tra le principali Fondazioni aderenti allAici vi sono le Fondazioni Ansaldo, Olivetti, Einaudi, De Gasperi, Matteotti, Di Vagno, Goria, Di Vittorio. Gramsci, La Malfa, Turati, Fratelli Roselli, Sturzo. 
La Fondazione Tatarella, che in questi anni si è caratterizzata per una incessante attività di promozione culturale voluta dal suo fondatore, Salvatore Tatarella, oggi custodisce oltre a 30mila libri(di cui 15mila catalogati on line mediante il sistema Sbn) gli Archivi politici appartenuti a Pinuccio Tatarella, ideologo di An e fautore del centrodestra, insieme a diversi documenti e riviste della destra e del centrodestra italiano.
La Fondazione Tatarella, presieduta dal giovane editore Francesco Giubilei, è la prima Fondazione di area centrodestra che si ispira ad un uomo proveniente dalla destra politica italiana che entra nell Aici.

Attachment1 day ago   ·  1
Avatar

Comment on Facebook

18 aprile, 2018

Sostieni la cultura con il Tuo 5x1000

La Fondazione Tatarella opera nel campo della cultura con diverse iniziative culturali: convegni, incontri con gli autori, borse di studio, premi letterari, eventi di beneficenza, scuola di formazione politica, accesso alla biblioteca, all’archivio e al centro studi, mostre e rassegne cinematografiche.

Con il 5x1000 puoi sostenerci a costo zero, semplicemente segnando nell’apposito riquadro il codice fiscale della Fondazione Tatarella: 07246730720

*Il 5 per mille è una quota di imposte, a cui lo Stato rinuncia per destinarla alle organizzazioni no profit; non costa nulla perché non è una tassa in più, e
non firmando, la stessa quota del 5x1000 resterà allo Stato.

Puoi sostenere la Fondazione Tatarella anche:

- diventandone socio;
- erogando una donazione liberale;
- tesserandoti alla biblioteca con una quota annuale di euro 10;
- donando documenti per l'archivio storico;
- segnalando amici potenzialmente interessati;
- partecipando alla raccolta fondi “Donatenow”, nella sezione donazioni del sito fondazionetatarellagiuseppe@gmail.com , avviata mediante il portale GofundMe.

Per donazioni, contributi e iscrizioni, iban:
IT37J0101003201000027009024

Grazie per la preziosa collaborazione.
... Mostra tuttoMostra meno

Sostieni la cultura con il Tuo 5x1000

La Fondazione Tatarella opera nel campo della cultura con diverse iniziative culturali: convegni, incontri con gli autori, borse di studio, premi letterari, eventi di beneficenza, scuola di formazione politica, accesso alla biblioteca, all’archivio e al centro studi, mostre e rassegne cinematografiche.
 
Con il 5x1000 puoi sostenerci a costo zero, semplicemente segnando nell’apposito riquadro il codice fiscale della Fondazione Tatarella: 07246730720
 
*Il 5 per mille è una quota di imposte, a cui lo Stato rinuncia per destinarla alle organizzazioni no profit; non costa nulla perché non è una tassa in più, e
non firmando, la stessa quota del 5x1000 resterà allo Stato.
 
Puoi sostenere la Fondazione Tatarella anche:
 
- diventandone socio;
- erogando una donazione liberale;
- tesserandoti alla biblioteca con una quota annuale di euro 10;
- donando documenti per larchivio storico;
- segnalando amici potenzialmente interessati;
- partecipando alla raccolta fondi “Donatenow”, nella sezione donazioni del sito fondazionetatarellagiuseppe@gmail.com , avviata mediante il portale GofundMe.
 
Per donazioni, contributi e iscrizioni, iban: 
IT37J0101003201000027009024
 
Grazie per la preziosa collaborazione.

16 aprile, 2018

Intervista a Gennaro Pesante - Tele Bari
L'intervista al nostro recente ospite #GennaroPesante, autore di "Lezioni di campagna elettorale" (Historica Edizioni), a cura di #AlessandraBucci per #TeleBari, che ringraziamo.
... Mostra tuttoMostra meno

15 aprile, 2018

GIOVANNI GENTILE è stato uno dei più grandi filisofi del '900. Nel 74°anniversario del suo sacrifico ci piace ricordarlo con lo speciale annullo filatelico fatto fare, in suo onore, nel 1994 dal Ministro delle Poste Pinuccio Tatarella.

"Lo Stato non può essere lo Stato del cittadino (o dell’uomo e del cittadino) come quello della Rivoluzione francese; ma dev’essere, ed è, quello del lavoratore, quale esso è, con i suoi interessi differenziati secondo le naturali categorie che a mano a mano si vengono costituendo. Perché il cittadino non è l’astratto uomo; né l’uomo della “classe dirigente” – perché più colta o più ricca, né l’uomo che sapendo leggere e scrivere ha in mano lo strumento di una illimitata comunicazione spirituale con tutti gli altri uomini. L’uomo reale, che conta, è l’uomo che lavora, e secondo il suo lavoro vale quello che vale. Perché è vero che il lavoro è lavoro, e secondo il suo lavoro qualitativamente e quantitativamente differenziato l’uomo vale quel che vale.” (Gentile, Genesi e struttura della società”, XI, 9).
... Mostra tuttoMostra meno

GIOVANNI GENTILE è stato uno dei più grandi filisofi del 900. Nel 74°anniversario del suo sacrifico ci piace ricordarlo con lo speciale annullo filatelico fatto fare,  in suo onore, nel 1994 dal Ministro delle Poste Pinuccio Tatarella.

Lo Stato non può essere lo Stato del cittadino (o dell’uomo e del cittadino) come quello della Rivoluzione francese; ma dev’essere, ed è, quello del lavoratore, quale esso è, con i suoi interessi differenziati secondo le naturali categorie che a mano a mano si vengono costituendo. Perché il cittadino non è l’astratto uomo; né l’uomo della “classe dirigente” – perché più colta o più ricca, né l’uomo che sapendo leggere e scrivere ha in mano lo strumento di una illimitata comunicazione spirituale con tutti gli altri uomini. L’uomo reale, che conta, è l’uomo che lavora, e secondo il suo lavoro vale quello che vale. Perché è vero che il lavoro è lavoro, e secondo il suo lavoro qualitativamente e quantitativamente differenziato l’uomo vale quel che vale.” (Gentile, Genesi e struttura della società”, XI, 9).

Ecco perché è necessario essere al governo. Per perpetuare la nostra cultura e renderla seme per una Idea di società evoluta e solidale.

7 days ago   ·  3
Avatar

Uomo e Ministro della Tradizione.

7 days ago   ·  1
Avatar

Art.1 della costituzione italiana

3 days ago
Avatar

Comment on Facebook

VIDEO

SEGUICI

CALENDARIO

Nessun evento in programma